Il Covid in Italia sta perdendo terreno. Merito di restrizioni e vaccini? A vedere i dati, il motivo è un altro

Mettendo a confronto i dati epidemiologici del 2020 con quelli del 2021, scopriamo che il miglioramento che stiamo vivendo è identico a quello dello scorso anno

I numeri, da un punto di vista epidemiologico, migliorano. Il Covid in Italia sta perdendo terreno. Quali sono le cause di questo miglioramento? Dirlo con certezza è impossibile. Secondo il governo, e non solo, molto del merito sarebbe da attribuire ai vaccini, ma anche alle misure prese con i decreti legge. Ma sarà davvero così? Mettendo a confronto i dati dello stesso periodo dello scorso anno i dubbi sorgono, perché a ben vedere siamo esattamente nella medesima situazione di dodici mesi fa.

Per comprenderlo prendiamo in esame l’analisi dei fatta dal dott. Luca Fusaro. Nel periodo che va dal 01 al 23 maggio 2020 abbiamo avuto la seguente situazione:

  • Ricoverati con sintomi 23 maggio 2020: 8.695
  • Terapia Intensiva 23 maggio 2020: 572
  • Ospedalizzati 23 maggio 2020: 9.267

Guardando il dato al 30 aprile troviamo:

  • Ricoverati con sintomi 30 aprile 2020: 18.149
  • Terapia Intensiva 30 aprile 2020: 1.694
  • Ospedalizzati 30 aprile 2020: 19.843

Riduzione ospedalizzati 01-23 maggio 2020 in valore assoluto: -10.576

Riduzione ospedalizzati 01-23 maggio 2020 in valore percentuale: -53,3%

Ora, prendiamo in esame invece il periodo attuale, guardando i dati del periodo che va dal 01 al 23 maggio 2021:

  • Ricoverati con sintomi 23 maggio 2021: 9.161
  • Terapia Intensiva 23 maggio 2021: 1.410
  • Ospedalizzati 23 maggio 2021: 10.571
  • Ricoverati con sintomi 30 aprile 2021: 18.940
  • Terapia Intensiva 30 aprile 2021: 2.583
  • Ospedalizzati 30 aprile 2021: 21.523

Riduzione ospedalizzati 01-23 maggio 2021 in valore assoluto: -10.952

Riduzione ospedalizzati 01-23 maggio 2021 in valore percentuale: -50,9%.

Cosa si evince da tutto questo? Ciò che balza subito all’occhio è che i dati del 2020 e quelli del 2020 sono molto simili. Il confronto evidenzia dunque come in valore assoluto rispetto allo scorso anno gli ospedalizzati siano scesi di più ma di poco, passando da -10.576 del 2020 a -10.952 del 2021. In termini di variazione percentuale abbiamo che nel periodo 01-23 maggio 2020 gli ospedalizzati sono scesi del 53,3%, mentre nello stesso periodo di quest’anno sono scesi del 50,9%. A questo punto è lecito pensare che, vaccini e misure anti Covid a parte, il meteo sia il vero valore aggiunto che fa la differenza.