Influenza: termina la stagione 2020/2021, ma l’epidemia non è mai partita

La sorveglianza stagionale dell'influenza è giunta al termine, ma l'epidemia, di fatto, non è mai partita: è quanto emerge dal nuovo bollettino InfluNet

Giunge al termine la sorveglianza stagionale dell‘influenza, ma l’epidemia, di fatto, non è mai partita, e nessun virus influenzale vero e proprio è stato isolato in Italia: è quanto emerge dal nuovo bollettino InfluNet, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, l’ultimo della stagione 2020/2021.
Dai dati inviati dai medici sentinella circa al Sistema di Sorveglianza Integrata dell’Influenza, nella 16ª settimana di sorveglianza (dal 19 al 25 aprile) si rileva che l’incidenza totale di sindromi simil influenzali è pari a 0,85 casi per mille assistiti e i casi stimati rapportati all’intera popolazione italiana sono circa 51.000, per un totale di circa 2.431.000 casi dall’inizio della sorveglianza.
Lo scorso anno, l’epidemia influenzale era arrivata al termine, dopo aver contagiato oltre 7,5 milioni di persone in Italia, oltre 5 milioni in più della stagione in corso.
Da ottobre a oggi la curva epidemica è rimasta sempre sotto soglia epidemica, grazie alle misure anti-Covid che hanno ridotto anche la circolazione di altre infezioni respiratorie.