Investimenti online, su cosa investono i trader?

Quali investimenti hanno reso di più durante la pandemia nel 2020? Quali sono le previsioni per il futuro?

L’approdo delle migliori piattaforme e account di trading, come quelli che puoi trovare su https://www.finaria.it/trading/miglior-conto-trading/, ha aperto agli investitori italiani, europei e mondiali, un enorme numero di opportunità di impiego dei propri capitali. Dalle materie prime alle azioni, dagli indici alle criptovalute, dal Forex agli ETF, oggi giorno non c’è settore finanziario che non possa essere adeguatamente presidiato con i propri investimenti online.

Ma quali sono i mercati più popolari? Quali sono gli asset su cui gli investitori sembrano concentrare la loro maggiore attenzione?

Per rispondere a questa domanda abbiamo cercato di trarre una sintesi prendendo spunto dalle tante statistiche rilasciate dai principali broker nel corso degli ultimi mesi. Il risultato è stato (forse) sorprendente.

Dove si è investito di più nel 2020

Cominciamo subito con il dire che, nonostante l’esplosione di alcuni segmenti finanziari innovativi come le criptovalute, gli investitori retail internazionali sembrano essere stati conquistati, ancora una volta, dai cavalli di battaglia più “storici”.

Dunque, ad essere in cima tra le posizioni finanziarie più amate dai trader troviamo l’oro e il petrolio: due materie prime molto diverse (metallo prezioso il primo, energetico il secondo), che tuttavia rappresentano da decenni un punto di arrivo per molti investitori, che proprio mediante tali impieghi sulle commodity cercano di diversificare al meglio il proprio portafoglio.

Che poi l’oro sia stato in testa alla classifica delle preferenze dei trader di molti broker online non deve stupire anche per un altro motivo: le statistiche si riferiscono infatti al 2020, un anno molto difficile a causa della volatilità indotta dalla pandemia. Un periodo in cui a prevalere, per ampi parti dell’esercizio, è stata l’avversione al rischio. E quale migliore asset, se non l’oro, per cercare di proteggere il proprio portafoglio?

Le azioni in cui si è investito di più

Per quanto concerne invece il settore azionario, i trader sembrano aver generalmente preferito l’investimento negli indici azionari piuttosto che quello in singole azioni. Sebbene non siano mancati gli investimenti in alcuni grandi titoli, i trader hanno generalmente privilegiato gli impieghi negli indici di Borsa statunitensi e, in Europa, in quello tedesco.

E per il futuro?

Difficile, a questo punto, fare delle previsioni per il futuro. Come abbiamo già avuto modo di anticipare qualche riga fa, l’interesse che viene mostrato dai trader per le criptovalute è crescente, ma difficilmente un segmento nascente come quello delle valute digitali riuscirà a ergersi ai primi posti della classifica degli asset più compravenduti sulle piattaforme di trading online.

È dunque molto probabile che a far la parte da protagonista continueranno ad essere le materie prime, oltre – naturalmente – agli investimenti azionari veicolati principalmente dagli indici dei mercati finanziari.

Per il resto, invitiamo comunque i nostri lettori ad adottare una opportuna diversificazione del proprio investimento, privilegiando anche la possibilità di arricchire il portafoglio con obbligazioni, ETF e i tanti strumenti di trading presenti nei servizi di investimento finanziario online che i migliori broker hanno da tempo predisposto per tutta la clientela retail desiderosa di scoprire la convenienza del trading via web.