Le previsioni meteo per i prossimi 10 giorni: tutti i dettagli su maltempo, caldo e siccità

Previsioni Meteo: nei prossimi dieci giorni continuerà a insistere un flusso instabile, con perno sull'Europa centro-settentrionale e influenze anche su diverse regioni italiane. Ci saranno, però, anche aree più interessate da una moderata alta pressione. I dettagli

Volgiamo lo sguardo, in questa sede, all’evoluzione barica media attesa per i prossimi 10 giorni, quindi sostanzialmente quasi fino a fine mese. Le previsioni meteo continuano a computare una circolazione mediamente instabile sull’Europa centro-settentrionale con perno moderatamente ciclonico in prossimità delle regioni baltiche meridionali. Le correnti dominanti sono attesi in prevalenza dei quadranti occidentali, quindi di origine oceanica, con buona probabilità più spiccatamente instabili sulle aree centrali del continente, ma con buona influenza anche verso le nostre regioni settentrionali. Il Nord  Italia, pertanto, salvo  fasi inter-frontali certamente possibili con allentamento dell’instabilità e con qualche giornata più ampiamente soleggiata, potrebbe vedere, fino a fine mese, cieli  spesso nuvolosi e piogge ricorrenti. Le regioni centro-meridionali in genere, soprattutto dal Lazio occidentale e meridionale, Sud Abruzzo, Molise e poi verso il Sud, dovrebbero porsi più al margine dell’azione atlantica, con tempo in prevalenza più asciutto e più ampiamente soleggiato, salvo fastidi temporanei sulle regioni del Centro, localmente su quelle più settentrionali del Sud.

 

Nella mappa interna relativa all’anomalia precipitazioni attesa per i prossimi 10 giorni, sono evidenziate, a scala di colore blu e poi verso il lilla, i settori italiani più esposti al rischio precipitazioni. Balzano subito agli occhi i colori più scuri e vivaci sulle aree centro-orientali del Nord, tra il Centro Est della Lombardia, il Trentino-Alto Adige, l’ alto Veneto e il Friuli-Venezia Giulia. Sarebbero questi i settori che, secondo le previsioni meteo, potrebbero vedere una instabilità più frequente, quindi con piogge e rovesci più ricorrenti, talora anche di moderata o forte intensità. Le restanti aree del Nord e diverse regioni centrali, soprattutto la Toscana, l’Umbria, le Marche, il Lazio orientale, localmente l’Abruzzo  centro settentrionale, potrebbero vedere fenomeni irregolari a fasi alterne. Via via verso Sud, il tempo potrebbe mostrarsi più siccitoso, con qualche occasione per veloci rovesci o isolati temporali nei prossimi 2/3 giorni ma, a seguire, le opportunità per precipitazioni potrebbero essere scarse. Si profila, quindi, un prosieguo del mese di maggio all’insegna di una diffusa siccità al Centro Sud, peraltro protratta, perché su queste medesime aree già la prima parte di maggio è trascorsa con scarse precipitazioni, mentre, sul resto del paese, le opportunità per piogge potrebbero essere maggiori, sebbene anche qui, specie su alcuni settori di Nord Ovest e tirrenici, si profilerebbe un andamento pluviometrico leggermente inferiore alla media. In riferimento all’aspetto termico, le previsioni meteo indicano, a parte un generale calo nei prossimi 2/3 giorni,  temperature a seguire in aumento e sopra media al Sud e sulle isole maggiori, localmente anche sul Lazio, Sud Abruzzo e Molise; valori  nella media al Centro, salvo leggermente sotto media su Toscana settentrionale, un po’ sotto media sulle regioni del Nord.