Meteo, il maltempo all’orizzonte: tornano piogge forti e diffuse a partire dal 12 maggio

Previsioni meteo: scarse instabilità per 7/8 giorni, o temporanea, circoscritta non particolarmente significativa. Nuovo affondo depressionario in seconda decade, con il ritorno del maltempo. I dettagli

Per una settimana circa, le precipitazioni sull’Italia saranno senz’altro più fiacche, magari temporanee e circoscritte. La motivazione, secondo le previsioni meteo ultime, sarà una sostanziale mancanza di affondi depressionari significativi, sebbene moderate onde nordatlantiche possano comunque raggiungere il Mediterraneo centrale, magari anche per un po’ di giorni consecutivi. Nella sostanza, mancherà un gradiente termico verticale tale da innescare instabilità di un certo rilievo e ciò a causa di un afflusso di aria fresca atlantica anche nei bassi strati, caratteristica questa che potrebbe contrassegnare gran parte della prossima settimana. In ogni modo, qualche fase con più nubi e anche con piogge sparse va computata. Una prima, stando alle ultime previsioni meteo, tra il 5 e il 6 maggio, con incidenza soprattutto sulla Sardegna e sulle regioni del medio basso Tirreno poi, a ruota, una seconda tra il 7 e l’8 maggio, questa volta di più sui settori alpini e prealpini, localmente sulle alte pianure del Nord.

Sul resto delle aree, poca incidenza instabile con tempo in gran parte buono. A seguire, qualche giornata più soleggiata e decisamente più calda per tutti, grazie a un orientamento dai settori meridionale della circolazione, in particolare tra il 9 e l’11/12 maggio, poi una possibile svolta. Le previsioni meteo sul più lungo periodo, infatti, ipotizzano l’affondo di una saccatura atlantica verso la Penisola Iberica e con orientamento di asse verso il Mediterraneo centrale e l’Italia. Se questa manovra andasse in porto, come appare abbastanza probabile anche dal dato “ensemble” dei maggiori modelli mondiali, si rischierebbero su gran parte dell’Italia, inizialmente soprattutto settentrionale e tirrenica, correnti perturbate da Sud in grado di dare luogo a forte maltempo in progressiva espansione a tutta la penisola. La fase più a rischio per il ritorno di un peggioramento esteso un po’ a tutta la nazione, potrebbe andare dalla 12/13 maggio e per alcuni giorni a seguire, probabilmente per il resto della seconda decade. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo nel medio-lungo periodo, apportando quotidiani aggiornamenti.