Meteo Veneto: domani torna la pioggia, poi breve tregua prima di una nuova fase di instabilità

Le previsioni meteo per il Veneto: domani transiterà sulla regione un veloce impulso perturbato che porterà condizioni di variabilità

Mercoledì l’avvezione di aria più secca determinerà condizioni di tempo in prevalenza stabili. Giovedì transiterà sulla regione un veloce impulso perturbato che porterà condizioni di variabilità e tratti di instabilità con rovesci e temporali dapprima sulle zone montane poi nel pomeriggio anche su parte della pianura. Venerdì temporanea rimonta dell’alta pressione con tempo stabile. Da sabato probabile nuova fase di instabilità per l’avvicinamento da nord-est di una depressione che darà qualche precipitazione tra il pomeriggio/sera e la mattinata di domenica con possibile miglioramento nel pomeriggio con scenario da confermare“: queste le previsioni meteo per il Veneto, contenute nel consueto bollettino elaborato dagli esperti Arpav.
Oggi cielo sereno o poco nuvoloso, salvo presenza di qualche cumulo pomeridiano in prossimità dei rilievi ma generalmente senza precipitazioni associate. Temperature massime stazionarie o in locale aumento. Venti in quota deboli/moderati da nord-ovest; in pianura deboli variabili nell’entroterra, a regime di brezza sulla costa.

Domani sulle zone montane da parzialmente nuvoloso a irregolarmente nuvoloso per attività cumuliforme. In pianura probabili iniziali nubi basse, specie sui settori nord/nord-orientali, in successivo dissolvimento lasceranno spazio a cielo sereno o poco nuvoloso fino al primo pomeriggio, in seguito sulle zone settentrionali/nord-orientali e interne probabile aumento della nuvolosità cumuliforme.
Precipitazioni: Dalla tarda mattinata probabilità in aumento fino a medio-alta (50-75%) di rovesci e temporali dapprima sulle zone montane, in successiva estensione a quelle pedemontane e dal tardo pomeriggio/sera anche sui settori centro-settentrionali della pianura. Limite della neve intorno ai 2500m.
Temperature: Minime stazionarie in pianura, in aumento in quota, massime stazionarie o in locale aumento.
Venti: In quota deboli/moderati occidentali fino al pomeriggio, poi nord-occidentali. In pianura fino al primo pomeriggio deboli variabili nell’entroterra, a regime di brezza sulla costa; in seguito dai quadranti orientali deboli nell’entroterra, moderati sulla costa.
Mare: Poco mosso o quasi calmo. Rinforzo del moto ondoso a fine giornata.

Venerdì 28 cielo sereno o poco nuvoloso per passaggio di sottili nubi alte e per sviluppo di modesti cumuli pomeridiani sulle zone montane e interne della pianura. A fine giornata tendenza ad aumento della nuvolosità sui rilievi.
Precipitazioni: Assenti.
Temperature: Senza notevoli variazioni, salvo massime in aumento in montagna.
Venti: In pianura in prevalenza orientali deboli, a tratti moderati. In quota deboli da nord-ovest.
Mare: Da poco mosso a quasi calmo.

Sabato 29 inizialmente sereno o poco nuvoloso salvo possibili nubi basse sulle Prealpi, nel corso della mattinata tendenza ad aumento della nuvolosità in montagna. Nel pomeriggio graduale aumento della nuvolosità anche sulla pianura a partire dalle zone interne. Probabili precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, a partire dalla tarda mattinata sulle zone montane in probabile estensione alle zone pedemontane e settentrionali della pianura a fine giornata; altrove generalmente assenti. Limite della neve intorno ai 2400/2500m. Temperature minime stazionarie in pianura, in aumento in montagna; massime senza notevoli variazioni.

Domenica 30 condizioni di tempo in parte perturbato con cielo in prevalenza nuvoloso al mattino, nel corso del pomeriggio comparsa di qualche schiarita specie in pianura. Probabili precipitazioni nella notte fino al mattino, anche a carattere di rovescio o temporale, da diffuse a sparse con tendenza ad esaurimento nel corso del pomeriggio a partire dalla pianura. Temperature minime in aumento, massime in generale diminuzione. Rinforzo della ventilazione dai quadranti orientali a tutte le quote.