Previsioni Meteo: nel primo weekend di giugno tornano i temporali, FOCUS sulle zone più colpite

Previsioni Meteo weekend 5/6 giugno: raid di un nucleo instabile nord-europeo in un contesto anticiclonico, soprattutto verso il Mediterraneo settentrionale, con innesco di attività temporalesca su diverse regioni. I dettagli

Continua a trovare conferma quanto già ipotizzato dalle previsioni meteo di qualche giorno fa e riferite al primo weekend di giugno, ossia l’ipotesi circa l’ingresso sul Nord Mediterraneo di un nucleo di vorticità positiva nord-atlantica con peggioramento temporalesco su diverse nostre regioni. Anche gli ultimi dati modellistici, simulano l’isolamento di un nucleo instabile alle quote medie dell’atmosfera, in distacco da un cavo depressionario più incisivo sull’Est Europa, temporaneamente orientato con asse verso il nostro bacino. Sulla base degli ultimi aggiornamenti, entro la giornata di domenica 6 giugno potrebbe realizzarsi, a scala euro-atlantica, una configurazione barica del tipo prospettato nell’immagine in evidenza, con vaste aree anticicloniche sull’Europa centro occidentale e meridionale, ma con una falla instabile e moderatamente depressionaria che andrebbe aprendosi proprio in prossimità del Mediterraneo centro settentrionale e del Centro Nord Italia.

Se la configurazione dovesse essere confermata, le previsioni meteo per il prossimo fine settimana si orienterebbero nel senso di un progressivo peggioramento del tempo. Magari l’instabilità sarebbe più blanda o localizzata nel corso di sabato 5, quando comunque sarebbero previste più nubi irregolari, soprattutto nelle ore più calde lungo l’Appennino, associate a locali rovesci o temporali e magari nubi più intense sui settori alpini e prealpini, qui con rovesci più diffusi. Instabilità, invece, più accesa nel corso di domenica 6, quando, secondo le previsioni meteo,  dovrebbe compiersi un cavo d’onda instabile più significativo, soprattutto sul medio-alto Tirreno e sul Centro Nord Italia,  con occasioni per rovesci e temporali più estesi, specie sul Centro Nord Appennino, su Alpi e Prealpi in genere, localmente anche sulle pianure occidentali piemontesi, su quelle meridionali e occidentali venete, nonché sul Nordest della Sardegna. Sotto l’aspetto termico, non sarebbero attesi per il prossimo fine settimana significativi cambiamenti, salvo un leggero calo sulle aree centro-settentrionali. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo nel medio-lungo periodo, apportando quotidiani aggiornamenti.