Previsioni Meteo Giugno 2021: alta pressione prevalente con temperature leggermente sopra la media

Previsioni Meteo Giugno 2021: possibile più alta pressione nel computo generale del mese, con le temperature leggermente sopra la media e piogge un po' sotto la norma

Cambia un po’ lo scenario di massima in riferimento alla possibile evoluzione del tempo per giugno, secondo le ultime previsioni meteo mensili. Nell’evoluzione precedente, avevano evidenziato una tendenza a maggiore alta pressione sui settori centro-settentrionali e occidentali europei, con maggiori influenze anticicloniche anche sul Nord Italia e sulla Sardegna e tempo su queste aree più asciutto e soleggiato. Avevamo altresì messo in rilievo la possibilità di una minore copertura anticiclonico verso le aree del medio-basso adriatico e centro-meridionali in genere, qui con maggiori occasioni per instabilità temporalesca. Alla luce delle nuove previsioni meteo, va rilevata, in linea generale, una maggiore presenza anticiclonica nel corso del mese di giugno, quindi con alte pressioni un po’ più ricorrenti rispetto a quando evidenziato con le indagine precedenti, magari più potenti in quota che non al suolo e geo-potenziali che, intorno ai 5000 m, potrebbero oscillare su valori mediamente tra 576 e 585 gpdm. In base a questa evoluzione di massima, il mese di giugno potrebbe presentare periodi prevalenti di bel tempo, anche se, dalle simulazioni, si evidenziano due tipi di circolazione più instabile che potrebbero in qualche modo infastidire il tempo, sebbene per fasi magari non molto durature, uno umido atlantico, l’altro fresco continentale.

Nella prima parte del mese, soprattutto le regioni settentrionali e localmente nord-appenniniche, potrebbero risentire ogni tanto di infiltrazioni di aria umida atlantica capaci di arrecare rovesci e temporali soprattutto diurni e più intensi e ricorrenti sui settori alpini e prealpini. Possibili fenomeni convettivi anche sul resto dell’Appennino,  ma decisamente più occasionali. Nella seconda parte del mese, ma con maggiore probabilità nel corso della terza decade, invece, i fastidi potrebbero venire dalla parte opposta, ossia dai settori continentali o settentrionali e interessare per qualche fase soprattutto le aree del medio-basso Adriatico e appenniniche centro-meridionali. Dunque, in un contesto generale che computerebbe un mese di giugno sostanzialmente abbastanza stabile, vanno  messi nel conto possibili fastidi temporaleschi, nella prima quindicina del mese di più al Centro Nord, nell’ultima parte più probabili al Centro Sud. L’andamento delle piogge, però, potrebbe vedere un sostanziale deficit generale rispetto alla media. Circa le temperature, ci sono segnali per valori medi nell’arco del mese intorno alla norma o leggermente sopra norma soprattutto sulle regioni centro-meridionali, sebbene qui con possibili valori più freschi, ma solo verso l’ultima parte. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo nel lungo periodo, apportando periodici aggiornamenti in riferimento al prossimo mese di giugno.