Previsioni Meteo: la prossima settimana possibile caldo record al Sud, fino a +37/+38°C

Previsioni Meteo: un ennesimo cavo d'onda instabile in affondo verso la Penisola Iberica potrebbe esasperare una risposta calda subtropicale verso le regioni meridionali. Reiterata azione umida atlantica al Nord, con intensificazione del maltempo. I dettagli

Gli ultimi aggiornamenti del modello europeo disegnano uno scenario abbastanza sorprendente per l’inizio della settimana prossima. Nella sostanza, secondo le previsioni meteo, si compirebbe un altro repentino affondo instabile verso la Penisola iberica con la conseguenza più diretta di un lungo flusso perturbato di matrice atlantica verso il Nord Italia. Il tempo, quindi, sulle regioni settentrionali e localmente anche su parte di quelle centrali, soprattutto sul Nord Appennino, sulla Toscana settentrionale, occasionalmente fino al Nord dell’Umbria, tornerebbe a peggiorare, all’insegna di rovesci e temporali anche forti sulle regioni del Nord, più irregolari e deboli tra Toscana e sul Nord Appennino. Nel contempo, però, insieme all’azione nuovamente perturbata oceanica, l’affondo depressionario sulla Penisola Iberica, andrebbe a muovere una consistente massa d’aria calda dal territorio nordafricano, in ascesa lungo l’ascendente depressionario secco e in direzione del Sud Italia.

Un inizio settimana, quindi, in particolare verso martedì 25, all’insegna di un significativo aumento termico sulle regioni meridionali, con isoterme e che alla quota di 1500 m circa, potrebbero raggiungere valori intorno ai +22°C. Un’onda calda eccezionale per il periodo, che potrebbe comportare al suolo temperature in pianura diffusamente sui +33/+35°C, ma punte estreme fino a +37 a +38°C, in particolare sulla Lucania, sulla Calabria e sulla Sicilia. Valori intorno ai +30/31°C, potrebbero spingersi fino alle regioni centrali, come il Lazio, l’Umbria e diffusamente tra +27 e +30°C su buona parte del Centro.  Il prospetto barico evidenziato naturalmente va confermato nel corso dei prossimi aggiornamenti.