Previsioni meteo: martedì 11 il maltempo più intenso con piogge violente e grandinate

Previsioni meteo: l'instabilità in forma più irregolare continuerà fino a giovedì 13. Tutti i dettagli sul peggioramento della prossima settimana

Va via via delineandosi la tempistica e anche l’intensità del maltempo che colpirebbe l’Italia nella prima parte della prossima settimana. Secondo le ultime previsioni meteo, la giornata di lunedì 10 trascorrerebbe ancora all’insegna di un ampio soleggiamento al Centro Sud e tempo ancora asciutto al Nordest, poiché il cavo depressionario atlantico indugerebbe ancora su Ovest Europa. Tuttavia, già il Piemonte sarebbe raggiunto da fronti perturbati significativi, con rovesci e temporali forti entro il pomeriggio, in estensione anche alla Lombardia e alla Liguria, specie di Ponente.  Attenzione, perché dalla notte su martedì 11 e per l’intera giornata di martedì, è atteso il maltempo più intenso sull’Italia, per orientamento proprio verso il Mediterraneo centrale della saccatura perturbata atlantica con curvatura ciclonica in prossimità del Nord Italia. Le dinamiche bariche attese, appunto per la giornata di martedì 11, sarebbero quelle espresse nell’immagine in evidenza, con circolazione depressionaria di tipo autunnale sulla Francia e anse cicloniche avvolgenti tutto il Centro Nord.

La disposizione barica sarebbe tale da arrecare violento maltempo in particolare sul Piemonte centro-settentrionale dove, per circa 24 ore di seguito, dalla mezzanotte su martedì’ alle 24.00 di martedì,  potrebbero insistere fronti perturbati in continuo afflusso dal Golfo del Leone e da quello ligure, fronti, per di più, capaci di dar vita a nubi cumuliformi a elevato sviluppo verticale sia per la particolare curvatura ciclonica capace di generare intense vorticità, sia per il contributo di umido  fornito dalla superficie marina dell’alto Tirreno che, infine, per l’incentivo orografico offerto dai rilievi alpini e prealpini. Ci sono senz’altro le condizioni per fenomeni violenti che potrebbero colpire, il Biellese,  la Val d’Ossola, il Vercellese, Novarese, anche il Verbano con forti grandinate e rischio dissesti idrogeologici. Ma il maltempo forte tra la notte su martedì e martedì colpirebbe, secondo le previsioni, anche il resto del Piemonte, la Lombardia meridionale e occidentale un po’ tutta e l’Ovest Emilia, anche su questi settori con fenomeni localmente violenti. Rovesci e temporali diffusi sulla Sardegna in estensione anche a parte del Centro, soprattutto alle aree tirreniche, magari più irregolari sui settori appenninici e adriatici. Entro martedì sera una nuvolosità diffusa raggiungerebbe anche il Sud peninsulare con previsioni meteo per piogge e rovesci sparsi anche qui, localmente di moderata intensità, di più sulla Campania. Rovesci anche verso il Nordest, meglio sulle aree ioniche e sulla Sicilia. L’instabilità continuerebbe anche nella giornata di mercoledì 12, con i rovesci e i temporali più intensi sull’Emilia-Romagna centro-orientale e sul Nord Appennino, diffusi anche al Centro, soprattutto su aree interne e adriatiche, irregolari al Sud. Migliorerebbe sulla Sardegna, al Nordovest e tempo ancora buono sulla Sicilia, salvo qualche disturbo sui settori orientali. Tra la sera di mercoledì e poi ancora mercoledì, potrebbero tornare nubi e piogge diffuse sulle regioni settentrionali, occasionali al Centro e al Sud, in un contesto qui con maggiori schiarite. Naturalmente calo termico più apprezzabile su tutto il territorio da Martedì.