Previsioni Meteo, nuovo peggioramento più significativo dopo il 20 maggio

Previsioni meteo: continuerà l'instabilità nei prossimi giorni, ma più localizzata. Un cavo d'onda instabile più insidioso verso il 22/24 maggio. I dettagli

Le previsioni meteo per i primi giorni della prossima settimana, continuano a proporre una circolazione mediamente occidentale, sempre abbastanza fresca al Centro Nord, con temperature intorno alle medie o per alcune fasi anche sotto media, specie al Nord; temperature in aumento e anche sopra le medie al Sud. Circa l’instabilità, essa sarebbe più irregolare, di più in forma convettiva, quindi nelle ore diurne, specie in quelle più calde, e maggiormente concentrata sulle aree centro-orientali del Nord, sull’Emilia-Romagna e sul Centro Nord Appennino, soprattutto versanti adriatici. Sul resto del paese il tempo, come già ampiamente annunciato, sarà più asciutto e soleggiato, salvo nubi irregolari qua e là e qualche addensamento localizzato, in particolare in prossimità dei rilievi.

Già verso metà della settimana prossima, però, dalle simulazioni modellistiche, traspare una possibile nuova tendenza a cavi d’onda nordeuropei in direzione dei settori centro-orientali del nostro bacino. Inizialmente, potrebbe trattarsi di medie ondulazioni magari in grado di arrecare un nuovo apprezzabile calo termico, incisivo anche verso il Sud, ma precipitazioni ancora circoscritte al Nordest e localmente ai rilievi centro-settentrionali, per via di assi instabili più orientati verso i Balcani e l’ex-Jugoslavia. Successivamente, in approssimazione al prossimo fine settimana, 22/23 maggio, il flusso nordeuropeo potrebbe farsi via via più incisivo anche verso l’Italia, con peggioramento del tempo più marcato o comunque apertura di una fase temporalesca a più largo raggio. Secondo i dati attuali, il tempo potrebbe tornare a peggiorare in maniera più significativa su buona parte delle regioni settentrionali, soprattutto centro-orientali, con piogge e rovesci più intensi, ma occasioni per rovesci e locali temporali, seppure più irregolari, si estenderebbero a buona parte del Nord Appennino e anche delle regioni adriatiche e appenniniche relative. Insomma, stando alle ultime previsioni meteo, il prossimo fine settimana, potrebbe vedere nuovamente un peggioramento più significativo su diverse regioni e condizioni termiche ancora sottotono rispetto al periodo primaverile oramai avanzato. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo nel medio-lungo periodo apportando quotidiani aggiornamenti.