Previsioni Meteo: stabilità prevalente sull’Italia, temperature più miti tra 25 e 28 maggio

Previsioni Meteo: il flusso instabile nordeuropeo si porterà a latitudini più settentrionali con tempo che migliorerà su tutto il Paese. Possibili locali temporali solo sulle aree alpine di Nord Est. I dettagli fino a venerdì 28 maggio

Dopo il passaggio instabile determinato dal cavo depressionario di inizio settimana il tempo, secondo le previsioni meteo, tenderà a migliorare almeno per i prossimi 3/4 giorni. Il flusso perturbato nord-atlantico, infatti, tenderà ad alzarsi in latitudine, portando il suo centro d’azione sull’Europa centro-settentrionale e con poca influenza verso l’Italia. Semmai, infiltrazioni di aria fresca provenienti dalla Francia, riusciranno a penetrare a fasi alterne soltanto sulle aree alpine e prealpine, determinando una più ricorrente nuvolosità di tipo irregolare. Su Alpi e Prealpi di Nordest, saranno possibili anche addensamenti ricorrenti associati a rovesci e temporali sparsi abbastanza frequenti; sul resto dei settori alpini e prealpini, le precipitazioni saranno decisamente più scarne e localizzate, spesso assenti.

In linea generale, però, le previsioni meteo non indicano un significativo recupero della pressione. La circolazione sarà in prevalenza occidentale, con correnti zonali asciutte e abbastanza tese alle quote medio-alte in modo tale da impedire particolari promotori anticiclonici, ancorché di tipo nordafricano. I valori barici sono attesi porsi mediamente sui 1016/1018 hp, quindi non particolarmente elevati, con una ventilazione dai quadranti occidentali sempre abbastanza presente. Tempo, quindi, in gran parte stabile, anche ampiamente soleggiato, ma con temperature che si manterranno piuttosto stazionarie sulle regioni settentrionali, dove peraltro non sono accorsi aumenti nelle ultime ore e, invece, che caleranno, rispetto ai valori estivi di oggi e in maniera anche abbastanza significativa, al Centro Sud, tornando sostanzialmente intorno alle medie o localmente anche sotto media. Le previsioni meteo, infatti, ipotizzano, a partire già da domani, ma ancor più nel corso dei prossimi giorni, una perdita di circa 5/6°C sul Centro Sud Italia, appunto per una prevalenza di circolazione più mite atlantica che via via sovrasterà quella calda nordafricana. Qualche valore ancora superiore alla media, potrà continuare ad aversi soltanto su Calabria e Sicilia o comunque all’estremo sud in genere. In prospettiva, sul finire del mese, le previsioni meteo ipotizzano un possibile orientamento da Nord della circolazione, con ulteriore calo termico e fastidi instabili che potrebbero tornare su diverse regioni. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo Nel medio-lungo periodo apportando quotidiani aggiornamenti.