Previsioni meteo: il tempo fresco e instabile proseguirà a fasi alterne per tutto il mese di maggio

Previsioni meteo: altra onda instabile più significativa tra il 23 e il 26 del mese. I dettagli con le aree più interessate da nubi e piogge

Abbiamo già ampiamente rilevato, dalle nostre pagine, un trend evolutivo abbastanza sottotono, in termini di stabilità primaverile, per questo mese di maggio. Secondo le previsioni meteo, le alte pressioni non riuscirebbero a imporsi sui settori centrali del nostro bacino, a causa di un persistente flusso instabile di matrice oceanica, in alcune fasi più contratto verso il Centro Nord Europa, quindi meno incisivo sull’Italia, ma comunque costantemente influente con clima fresco e instabilità irregolare, in altre, invece, con cavi d’onda più decisi e occasioni per piogge più intense e diffuse. Per le aree centro-meridionali, eccetto quelle appenniniche dove l’instabilità, specie diurna, potrebbe essere più ricorrente, potrebbe aversi una fase con tempo migliore in via generale, per un leggero recupero della pressione a tutte le quote, in particolare da dopo metà mese e fino al 21/22 maggio. Al Nord e localmente sui rilievi Appenninici, specie centro settentrionali, invece, l’instabilità irregolare potrebbe persistere anche in questo periodo.

A seguire, stando alle previsioni meteo ultime, l’instabilità più accesa potrebbe ripresentarsi nel corso della terza decade, in particolare nella fase 23/26 maggio. Le simulazioni prevalenti, in riferimento alla circolazione barica a scala euro atlantica proposte dai maggiori centri di calcolo, computano, infatti, un’anomalia barica negativa, quindi mediamente depressionaria, su buona parte dell’Europa centrale, con buona influenza anche sui settori settentrionali del nostro bacino e in parte su quelli centrali. Condizioni mediamente cicloniche che vedrebbero un perno depressionario principale collocato in prossimità della Germania, il quale indurrebbe una circolazione instabile di matrice occidentale o sudoccidentale anche verso buona parte dell’Italia. Ancora una volta, come evidenziato nella sintesi precipitazioni espressa nella cartina interna, le piogge più intense e ricorrenti tornerebbero a interessare soprattutto le regioni settentrionali, quelle più vicine alle vorticità più importanti sul Centro Europa, ma con nubi e piogge irregolari che interesserebbero diffusamente anche buona parte del Centro e, seppure qui in maniera più occasionale e debole, alcuni settori meridionali, specie Campania, Nord Puglia, localmente Lucania. Probabilmente, più al margine dell’instabilità le isole maggiori e l’estremo Sud. Le condizioni termiche che si assocerebbero a questa nuova intensificazione dell’instabilità, sarebbero naturalmente ancora una volta sotto media, in particolare al Centro Nord. La redazione di MeteoWeb continuerà a monitorare l’evoluzione del tempo per questo mese di maggio, apportando periodici aggiornamenti.