Previsioni Meteo, ultima settimana di maggio con tempo a due facce sull’Italia

Previsioni meteo: flusso atlantico fresco e instabile su alcune regioni, asciutto e caldo altrove. I dettagli

Fino ai primi giorni della terza decade, le previsioni meteo continuano a proporre una circolazione dapprima occidentale, poi con una componente anche più settentrionale con campo termico, quindi, piuttosto fresco. Anzi, giungono ulteriori conferme dai modelli serali per ulteriore calo termico più esteso e più significativo nella fase tra il 19 e 22 maggio. Nel corso della seconda parte della settimana, infatti, un moderato cavo instabile nordeuropeo potrebbe affondare in maniera più decisa verso l’Est Europa, ma coinvolgendo discretamente anche diverse nostre regioni, specie quelle centro-orientali del Nord, appenniniche e del medio Adriatico, anche con diffusa instabilità associata. A seguire, i modelli sul più lungo termine disegnano una evoluzione a doppia faccia per il nostro paese.

Secondo le previsioni meteo, il Nord Italia e, più a fasi alterne, anche parte delle regioni centrali, soprattutto appenniniche, continuerebbero a essere interessati dal flusso umido oceanico, con rischio di piogge e rovesci ancora piuttosto ricorrente, più intensi su Alpi, Prealpi, specie centro-orientali, al Nordest e sul Nord Appennino. Sotto l’aspetto termico, su questi settori, le temperature si manterrebbero leggermente sotto la media inizialmente, poi anche qui potrebbero portarsi in media o un po’ sopra sul finire del mese. Sul resto del paese, invece, le correnti occidentali potrebbero agire giusto al limite e determinare pochi fastidi, quindi con tempo in prevalenza stabile, al più con qualche addensamento lungo l’Appennino associato a rovesci o temporali più occasionali. In riferimento al campo termico, le regioni peninsulari e meridionali, secondo le previsioni meteo, potrebbero risentire maggiormente di una componente più calda nordafricana, con temperature che si porterebbero sopra la media un po’ ovunque e massime spesso fino a +28/+30°C in pianura, ma anche punte verso i +31/32°C, in particolare su estremo Sud e sulle isole maggiori.