Terremoto Cina, edifici crollati per la scossa nello Yunnan: morti e feriti, si cercano persone sotto le macerie [VIDEO]

Il terremoto che ha colpito la provincia di Yunnan, in Cina, ha fatto crollare diversi edifici e causato molteplici danni: ci sono morti, feriti e 20.000 evacuati

Il terremoto di magnitudo 6.1 che alle 15:48 (ora italiana) ha colpito la provincia di Yunnan, in Cina, ha provocato almeno 2 morti e 17 feriti. Il sisma ha fatto crollare diversi edifici e causato molteplici danni; le autorita’ hanno confermato che sono in corso ulteriori verifiche. I funzionari della provincia hanno reso noto che ci sono altre persone sepolte sotto le macerie, motivo per il quale il bilancio di vittime e feriti è ancora provvisorio.

Le autorità locali hanno specificato che oltre 20.000 persone sulle circa 100.000 che vivono nella zona sono state evacuate per precauzione dalle loro abitazioni. L’epicentro del terremoto e’ stata individuato ad una profondita’ di 10 chilometri vicino alla citta’ di Dali, popolare destinazione turistica. Una delle due vittime e’ l’autista di un camion rimasto schiacciato da una frana causata dalla scossa.

La zona dello Yunnan e’ estremamente vulnerabile ai terremoti: la frequente attivita’ sismica e’ causata dalla collisione di due placche tettoniche, quella indiana ed eurasiatica, che formano la vasta catena montuosa dell’Himalaya. Il sud-ovest della Cina e’ teatro di devastanti terremoti, come quello di 7.9 del 2009 nel Sichuan (87.000 fra morti e dispersi) o quello del 2003, nel Xinjiang di magnitudo 6.8 (286 morti).

Ecco alcune immagini del momento in cui si è verificato il terremoto.

Forte terremoto nella provincia di Yunnan, il momento della scossa in Cina [VIDEO]

Un altro violento terremoto, di magnitudo 7.4, si è verificato alle 20:04 italiane nella provincia di Qinghai.