Il vaccino AstraZeneca non ha causato la morte dell’insegnante di Gela: il pm chiede l’archiviazione

Non sono emerse correlazioni di rilievo penale tra la somministrazione del vaccino AstraZeneca ed il decesso dell'insegnante 37enne di Gela

La Procura di Gela ha richiesto al GIP del Tribunale l’archiviazione del procedimento penale nei confronti di ignoti per omicidio colposo, relativamente al decesso di un’insegnante 37enne di Gela colta da emorragia cerebrale dopo l’inoculazione, il 1° marzo, di una dose del vaccino anti-Covid di AstraZeneca.
La richiesta di archiviazione è stata avanzata dal Procuratore Fernando Asaro “non essendo emerse correlazioni di rilievo penale tra la somministrazione del vaccino ed il decesso imputabili a medici e/o sanitari che hanno avuto in cura la paziente“.
Gli esiti della consulenza medico-legale sono stati inviati, per opportuna conoscenza, all’Istituto Superiore di Sanità e all’Agenzia Italiana del Farmaco.