Meteo, allerta per caldo estremo negli USA occidentali: Phoenix e Las Vegas verso i +46°C, +52°C nella Valle della Morte

Meteo, sta prendendo forma un'ondata di calore estrema nelle aree interne degli USA occidentali: temperature roventi oltre +45°C in molti stati

/

Parti degli Stati Uniti sudoccidentali stanno per sperimentare le condizioni meteo più calde dell’anno. Dopo un inizio settimana con temperature vicino alla norma, sta per prendere forma un grande cambiamento per gran parte della metà occidentale degli USA entro il weekend del 12-13 giugno (vedi mappe della gallery scorrevole in alto).

Nelle aree interne di questa parte del Paese, da Oregon e Idaho ad Arizona e Nuovo Messico, i termometri saliranno di molti gradi sopra la norma nel weekend, soprattutto nella giornata di domenica 13: saranno interessate anche grandi città come Phoenix, Las Vegas e Salt Lake City.

Il Servizio Meteorologico Nazionale (NWS) ha emesso un’allerta per caldo eccessivo per parti della California sudorientale e dell’Arizona sudoccidentale. L’allerta inizierà domenica 13 e continuerà fino ad almeno il 16 giugno. A Phoenix e Salt Lake City, con le temperature in forte aumento, i record delle temperature massime sono a rischio. Se Salt Lake City raggiungerà i +38°C domenica 13, eguaglierà il record giornaliero che esiste dal 1918.

Il caldo continuerà ad intensificarsi anche all’inizio della prossima settimana: a metà settimana, alcune aree, soprattutto del Sud-Ovest, sperimenteranno temperature davvero insolite per la metà di giugno. Anche se le temperature a ridosso dei +40°C non sono affatto rare per città come Phoenix in questo periodo dell’anno, il livello del calore per la prossima settimana sarà più simile a quello di luglio. Phoenix potrebbe raggiungere +43°C e +46°C nell’arco di due giorni la prossima settimana (la soglia dei +46°C in genere viene raggiunta nella prima settimana di luglio). Questi valori potrebbero permettere alla città di battere il record di +45°C risalente al 1935 e il record di +46°C risalente al 1987 tra domenica 13 e lunedì 14 giugno. E farà sempre più caldo nei giorni a seguire, con la città che potrebbe stabilire nuovi record ogni giorno, visto che le temperature massime saranno saldamente ben oltre i +43°C.

Un’altra città che anticiperà il caldo rispetto al solito è Las Vegas. La città solitamente non raggiunge i +43°C fino a fine giugno. Nel 2020, tale soglia è stata raggiunta solo nella seconda metà di luglio. Quest’anno, invece, Las Vegas potrebbe farlo già lunedì 14 giugno. Mercoledì 16 e giovedì 17, Las Vegas potrebbe avvicinarsi o superare i +46°C e sfidare le temperature massime record che risalgono al 1940. È insolito che la città superi i +46°C, persino nella parte più calda dell’estate. Sono state documentate temperature oltre +46°C in soli 21 degli ultimi 73 anni nella città.

Un’altra località che sperimenterà temperature roventi entro metà della prossima settimana è la Valle della Morte, in California. La Valle della Morte non è nuova a temperature di oltre +40°C, tuttavia la prima volta in cui viene superata soglia +49°C solitamente è nell’ultima settimana di giugno. Quest’anno, la soglia è stata già superata il 3 e 4 giugno, con largo anticipo rispetto al solito, ed entro mercoledì 16, potrebbe accadere di nuovo. Entro la fine della prossima settimana, la Valle della Morte potrebbe anche superare i +51°C, soglia che solitamente viene raggiunta nella seconda settimana di luglio. Giovedì 17, si potrebbero toccare i +52°C, un valore che sarebbe a soli 4,5°C circa dal record di tutti i tempi per la Valle della Morte, ossia i +56,6°C registrati nel 1913. La temperatura massima media per il 17 giugno nella Valle della Morte è di +43°C.

Ovviamente, con queste condizioni così calde e asciutte, il rischio che qualsiasi incendio possa estendersi fino a grandi dimensioni sarà molto alto nel Sud-Ovest degli USA.