Coronavirus: via libera definitivo al Green Pass dal Parlamento UE

Il Green Pass attesterà l'avvenuta vaccinazione completa, la guarigione dalla COVID-19 e l'esito negativo di un test

Il Parlamento Europeo ha approvato, a larga maggioranza, il regolamento che istituirà il certificato COVID Ue digitale, o Green Pass, che entrerà in vigore il prossimo primo luglio: lo ha annunciato il presidente David Sassoli, a Strasburgo.
Gli eurodeputati hanno completato il lavoro legislativo sul documento per facilitare gli spostamenti all’interno dell’Unione e contribuire alla ripresa economica. Il testo dovrà ora essere formalmente adottato dal Consiglio e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, per l’entrata in vigore e l’applicazione immediata dal primo luglio 2021.
Il pass attesterà l’avvenuta vaccinazione completa (con validità a partire da 14 giorni dopo l’ultima dose), la guarigione dalla COVID-19 (fa fede il tampone positivo, dopo l’11° giorno per 180 giorni) e l’esito negativo di un test (72 ore di validità per il molecolare, 48 ore per il rapido).