Dal Giappone, un robot transformer per mappare il suolo lunare: preparerà il nuovo sbarco umano della NASA

L'Agenzia spaziale giapponese intende costruire un robot transformer che realizzerà una mappa dettagliata del suolo della Luna in vista del ritorno dell'uomo

Con la missione Artemis, la NASA intende riportare l’uomo, insieme alla prima donna, sulla Luna entro il 2024. Per facilitare il ritorno dell’uomo sul nostro unico satellite naturale, il Giappone realizzerà un robot capace di mapparne il suolo per preparare la strada all’esplorazione della Luna attraverso un rover pressurizzato con equipaggio.

L’Agenzia spaziale giapponese, Jaxa, intende costruire un robot transformer che realizzera’ una mappa dettagliata del suolo della Luna. Il trasferimento avverra’ a bordo di un lander costruito dalla compagnia giapponese Ispace, che verra’ lanciato nel 2022. Il robot ha una geometria sferica ed e’ in grado di cambiare forma adattandosi alla superficie lunare. Durante l’esplorazione, sia il robot transformer che il lander scatteranno continue immagini della superficie lunare e del comportamento della regolite, il materiale polveroso che ne forma la superficie, al passaggio del robot. I dati acquisiti dal centro di controllo della missione a Terra saranno utilizzati per valutare il possibile impatto della regolite sulle prestazioni di guida del rover pressurizzato con equipaggio.

Jaxa sta lavorando al progetto in collaborazione con diverse aziende e atenei nipponici, tutti riuniti in un gruppo denominato ‘Team Japan’, che comprende la compagnia giapponese di giocattoli Tomy, la multinazionale Sony e l’Universita’ Doshisha.