Ernestine Shepherd è la bodybuilder più anziana del mondo: i segreti dei suoi muscoli straordinari ad 85 anni [FOTO]

Ernestine Shepherd, super nonna di Baltimora, è la bodybuilder più anziana del mondo: ecco i segreti della sua forma fisica straordinaria a 85 anni

/

All’età di 85 anni, Ernestine Shepherd, super nonna di Baltimora, è la bodybuilder più anziana del mondo, primato certificato dal Guinness World Record. Ma fino a circa 30 anni fa, era una donna di mezza età paffutella che odiava ciò che ha visto nello specchio di un camerino quando provava costumi da bagno dopo costumi da bagno. “Ero troppo perfettina per fare esercizio fisico. Non volevo rovinarmi i capelli, non volevo rompermi le unghie”, racconta Ernestine.

Tutto è cambiato quando la donna ha deciso che la sua salute valeva di più e ha deciso di andare in palestra: così, a 56 anni, è iniziata la sua sbalorditiva trasformazione. La donna ha iniziato lentamente. Ernestine ha iniziato il suo regime di allenamento insieme alla sorella, partendo con una semplice lezione di aerobica. Poi ha aumentato gradualmente gli esercizi. Ernestine afferma che non aveva mai pensato al bodybuilding finché un allenatore della palestra non le ha suggerito di iniziare a sollevare pesi. Quando ha iniziato a vedere gli effetti dei sollevamenti, la donna si è impegnata a diventare la culturista professionista più anziana del mondo (vedi foto della gallery scorrevole in alto).

Poi ha iniziato a correre, il che l’ha portata a completare 8 maratone. La donna inizia le sue giornate con una corsa: percorre 5km in 28 minuti come parte cardio della sua routine di allenamento. Per quanto riguarda la forza, Ernestine si diverte ancora a sollevare pesi e mantiene i suoi muscoli magri e tonici: afferma di sollevare circa 70kg.

La dieta che segue Ernestine potrebbe non fare al caso di tutti, ma la sua concentrazione su cibi salutari è una lezione di moderazione. La donna dice di consumare diversi piccoli pasti al giorno come parte di un piano di dieta che ha formulato insieme ai suoi allenatori. Assume 1.700 calorie al giorno, prevalentemente composte da albume di uova bollite, pollo, verdure e una bevanda a base di albume liquido. Oltre ai cibi processati, ai dolci e ad altro “cibo spazzatura”, Ernestine ha anche eliminato la maggior parte della carne rossa e non mangia affatto carne di manzo o carboidrati trasformati. È molto rigorosa per quanto riguarda il consumo di sale e zucchero ed è risoluta nel dire che non utilizza sostanze per migliorare le prestazioni o integratori, oltre alla vitamina D.

La sua ispirazione a diventare una bodybuilder è iniziata insieme alla sorella, Mildred Blackwell. Ma quando Mildred è morta nel 1992, a un anno dall’inizio degli allenamenti di Ernestine, lei ha promesso di continuare in sua memoria. La super nonna vuole che gli altri, soprattutto le persone più anziane, sappiano che non è mai troppo tardi per stare meglio e avere una buona salute. “Un tempo soffrivo di pressione alta, attacchi di panico, reflusso acido. Dopo aver iniziato ad allenarmi, è cambiato tutto per me. Niente più medicine per la pressione alta. Niente più attacchi di panico. Niente più reflusso. L’esercizio fisico non è un lavoro. È una cura. Ed è una gioia”, afferma la donna.

Oltre a lavorare come personal trainer, Ernestine tiene corsi di ginnastica per anziani alla Union Memorial United Methodist Church di Baltimora.