Eruzione Etna: le strade di Catania invase dalla cenere, il Comune raccomanda “massima prudenza”

Etna: la fontana di lava di ieri sera è stata accompagnata dall'emissione di un'alta nube eruttiva che ha "coperto" di cenere Catania

MeteoWeb

La spettacolare fontana di lava di ieri sera al cratere di Sud-Est dell’Etna è stata accompagnata dall’emissione di un’alta nube eruttiva che ha ‘coperto’ di cenere lavica Catania e, spostata dal vento, è arrivata anche a Siracusa.
L’ultimo rilevamento dell’INGV-Osservatorio etneo di Catania segnala che l’attività esplosiva al cratere di Sud-Est è cessata e il trabocco lavico che si espandeva in direzione sud-ovest non è più alimentato. L’ampiezza media del tremore vulcanico mostra una tendenza stazionaria all’interno del livello basso.

Nonostante dall’alba di oggi le spazzatrici siano state all’opera per ripulire numerose strade cittadine per la copiosa caduta, ieri sera, di cenere e lapilli dell’Etna“, l’amministrazione Comunale di Catania “raccomanda agli automobilisti e ai motociclisti la massima prudenza, per il persistere di sabbia vulcanica sulle arterie stradali, che rende insidiosa la stabilità dei mezzi motorizzati, soprattutto di quelli a due ruote“. “Compatibilmente all’evoluzione dei fenomeni vulcanici, nelle prossime ore – si spiega in una nota – verranno intensificati i servizi di rimozione della polvere dell’Etna negli spazi pubblici“. “Si raccomanda ai cittadini, infine, di depositare la sabbia vulcanica eliminata dagli spazi privati, in contenitori di piccole dimensioni, in prossimità dei cassonetti utilizzati normalmente per il conferimento dei rifiuti“.