Persona smarrita in una zona impervia all’ombra dell’Etna: oggi l’imponente mobilitazione per la simulazione “Sartorius 2021”

Si terrà oggi "Sartorius 2021", l’esercitazione per la ricerca di una persona scomparsa all’ombra dell’Etna, nel comune di Sant’Alfio

Si chiama “Sartorius 2021” l’esercitazione per la ricerca di una persona scomparsa che si svolgerà all’ombra dell’Etna, nel comune di Sant’Alfio, a partire da oggi.
Si tratta di una simulazione, relativa a tanti eventi simili che si svolgono ogni anno nel territorio italiano, e, per tale motivo, la Protezione Civile Siciliana rassicura la popolazione: “Nessuna preoccupazione, quando nel corso delle operazioni i cittadini dell’area interessata vedranno movimenti insoliti di mezzi e soccorritori. E’ – si sottolineaun’esercitazione“.
Peraltro quest’anno questo evento di verifica si sta svolgendo nel ricordo dei fatti di Caronia, nel messinese, dello scorso anno, quando si persero le tracce di una madre con un bambino (Viviana Parisi e il piccolo Gieoele) i cui resti sono stati ritrovati diversi giorni dopo in circostanze che la magistratura sta cercando di ricostruire. Un triste avvenimento che ha creato molto dolore in tutto il Paese e specialmente tra i soccorritori.
Quest’anno è stata effettuata la revisione dei piani di intervento per i casi di persone disperse, alla cui redazione ha partecipato, come sempre, il Dipartimento Regionale della Protezione Civile Siciliana.

Oggi dunque si terranno le prove generali per testare sul campo la risposta del sistema sulla base del modello di intervento, allo scopo anche di aggiornare le conoscenze del territorio e l’adeguatezza delle risorse.
Alla verifica del “Piano speditivo per la ricerca di persone scomparse”, che è già stato approvato dalla Prefettura di Catania, parteciperanno il Comune di Sant’Alfio, la Questura, il Comando provinciale dei Carabinieri, il Comando provinciale della Guardia di Finanza, il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco; la Sezione Polizia Stradale, il Corpo Forestale, il SUES 118, il Dipartimento Regionale della Protezione Civile, la Direzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale, il C.N.S.A.S. e l’Associazione Psicologici per i Popoli.
La Cabina di Regia che sarà attivata dalla Prefettura prevede il seguente schema: Prefetto-Questore, Comandanti dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, Dipartimento Regionale della Protezione Civile, Responsabile 118, etc.
Verrà istituito un Posto di Comando Avanzato presso il Rifugio Citelli, con funzionari delle Forze di Polizia, delle Istituzioni e degli Enti che, allertati dalle proprie sale operative, raggiungeranno quello che in gergo sarà indicato con l’acronimo PCA.
La simulazione di persona scomparsa è riferita ad un adulto che si è smarrito in una zona impervia ed aspra dei Monti Sartorius, formata da centinaia di coni ed apparati secondari, di sabbie, ghiaie e scorie vulcaniche, talvolta anche dalle dimensioni imponenti, isolati e o allineati lungo le fratture eruttive.