Freddo colossale in Antartide: fino a -8°C sotto la media, effetti anche sull’anomalia termica mondiale [MAPPE]

Da diverse settimane, una forte anomalia termica negativa interessa l'Antartide, arrivata a sperimentare temperature fino a -8°C sotto la media di riferimento

/
MeteoWeb

Da diverse settimane, una notevole ed estesa zona fredda ingloba l’Antartide, dove sta iniziando l’inverno australe. Il 12 giugno, alla South Pole Station è stata registrata la temperatura minima di -74,9°C, che ha stabilito il nuovo record stagionale. Registrati anche -76.2 °C alla Concordia Station. Il freddo che sta sperimentando l’area è così rilevante da avere un impatto anche sull’anomalia termica globale, abbassandola. Nei giorni scorsi, l’anomalia globale è arrivata anche a -0,1°C sotto la media di riferimento 1979-2000.

Oggi, lunedì 14 giugno, l’Antartide registra un’anomalia di temperatura di -5,6°C, mentre quella mondiale è di +0,1°C. Nei giorni scorsi, l’Antartide si è ritrovata a -6/-8°C sotto la norma di riferimento 1979-2000, secondo quanto illustrano i grafici del sito Climate Reanalyser (vedi foto della gallery scorrevole in alto).

L’anomalia fredda in Antartide è record per il mese di giugno. Questo grande freddo si propaga verso l’Australia, colpita da un’ondata di freddo che ha portato la neve nel Nuovo Galles del Sud e fatto vivere alla città di Syndey la sua giornata più fredda in 37 anni con una massima di +10,3°C.

Le cause di questo colossale raffreddamento dell’Antartide sono poco conosciute, ma gli esperti hanno qualche idea. Le correnti oceaniche e il vortice polare sono in parte responsabili. Il vortice polare nell’emisfero meridionale è molto più potente di quello dell’emisfero nord e in questo periodo dell’anno, è un vero e proprio “mostro”.

Una forte corrente a getto e il vortice polare stanno bloccando il freddo estremo sulle calotte glaciali. Inoltre, vi è anche un’Oscillazione Antartica molto positiva. La forte combinazione tra Oscillazione Antartica e vortice polare in un periodo dell’anno in cui c’è zero luce solare può permettere al freddo di intensificarsi fino ai livelli che stiamo osservando in questi giorni.

Riassumendo, dunque, i principali motivi di questo freddo estremo in Antartide sono: una forte Oscillazione Antartica positiva; un forte vortice polare; la loro combinazione sostenuta per molti giorni durante un periodo con zero luce solare.