Il fiume Tana, culla di biodiversità: il corso d’acqua più lungo del Kenya visto dallo Spazio [FOTO]

Fornisce acqua e vita per gli animali selvatici, per le popolazioni nomadi e loro bestiame, oltre che per scopi agricoli

MeteoWeb

Il fiume Tana, il più lungo fiume del Kenya, è mostrato in questa immagine a falsi-colori acquisita dalla missione Copernicus Sentinel-2.

Il fiume scorre per circa 1.000 km dai Monti Aberdare, a ovest di Nyeri, procedendo verso est prima di dirigersi a sud girando attorno al massiccio del Monte Kenya, per poi aprirsi su un’ampia vallata, ritratta nell’immagine, dove si snoda all’interno di una pianura alluvionale spesso soggetta a inondazioni. Il fiume prosegue quindi il suo viaggio prima di sfociare nell’Oceano Indiano presso la Baia di Ungwana (Formosa Bay), Kipini.

Il fiume è noto per la sua straordinaria biodiversità, in quanto fornisce acqua e vita per gli animali selvatici, per le popolazioni nomadi e loro bestiame, oltre che per scopi agricoli.

Alcuni degli affluenti del Tana, come anche diversi fiumi stagionali più piccoli, conosciuti come ‘lagas’, che scorrono solamente durante la stagione delle piogge, sono visibili nell’immagine in direzione est-ovest. I letti dei fiumi supportano il bestiame e la fauna selvatica durante la stagione secca grazie alla loro capacità di trattenere l’acqua.

Questa immagine a falsi-colori, acquisita il 25 febbraio 2020, è stata elaborata in modo da includere il canale del vicino infrarosso. Questo tipo di combinazione di bande di Copernicus Sentinel-2 è più comunemente utilizzato per valutare la densità e la salute della vegetazione poiché le piante riflettono l’infrarosso vicino e la luce verde, mentre assorbono il rosso. Dal momento che riflettono più l’infrarosso vicino che il verde, i territori densamente ricoperti di piante appaiono di colore rosso acceso.

È facile individuare nell’immagine la stretta fascia di foresta riparia visibile lungo le sponde del fiume. La foresta ripariale di solito prospera tutto l’anno, sebbene la sua estensione dipenda fortemente dalle inondazioni stagionali e dalla ricarica delle falde acquifere da parte del Tana.

Questa immagine è stata acquista durante la stagione umida della zona, quando i piccoli tributari del Tana sono molto visibili e si può vedere una significativa quantità di vegetazione. Se l’immagine fosse stata acquisita durante la stagione secca (intorno a giugno-settembre), gli affluenti più piccoli e la vegetazione che cresce intorno a essi sarebbero apparsi asciutti.

Il fiume scorre lungo la città di Garissa, la capitale della contea di Garissa, visibile come una macchia di territorio grigio sul lato orientale del fiume. A circa 5 km a sud di Garissa si trova la riserva di giraffe di Bour-Algi, che ospita circa 1.000 giraffe e fauna selvatica in via di estinzione, tra cui la giraffa di Rothschild e il gerenuk – un’antilope dal collo lungo che si trova nella regione.

Copernicus Sentinel-2 è una missione a due satelliti. Ogni satellite dispone di una telecamera ad alta risoluzione che riprende immagini della superficie della Terra in 13 bande spettrali. La missione è principalmente impiegata per tracciare i cambiamenti nel modo di utilizzo del suolo e per monitorare lo stato di salute della vegetazione.

Questa immagine fa parte del programma video Earth From Space.