Influenza aviaria: la Cina conferma il primo caso di uomo contagiato dal virus H10N3

In Cina sono presenti molti ceppi diversi di influenza aviaria e alcune persone si infettano sporadicamente, in particolare coloro che lavorano con il pollame

Allerta influenza aviaria in Cina: la Commissione sanitaria nazionale ha confermato che, per la prima volta, un uomo ha contratto il virus H10N3, precisando che si tratta di soggetto residente nella città di Zhenjiang, nella provincia orientale di Jiangsu.
In Cina sono presenti molti ceppi diversi di influenza aviaria e alcune persone si infettano sporadicamente, in particolare coloro che lavorano con il pollame.
In dettaglio, l’uomo è stato ricoverato in ospedale lo scorso 28 aprile con febbre e altri sintomi: il 28 maggio è risultato positivo al virus H10N3, ma non è chiaro come si sia contagiato.
Le autorità cinesi hanno sottolineato che il rischio che il virus H10N3 si diffonda su larga scala è molto basso, evidenziando che il monitoraggio dei contatti non ha fatto emergere altri casi.

In Cina, tra il 2016 e il 2017, circa 300 persone sono morte dopo aver contratto il ceppo H7N9.