Margherita Hack: chi era la grande donna italiana di scienza a cui oggi Google ha dedicato un Doodle

Oggi, Google ha dedicato un Doodle a Margherita Hack in occasione del 99° anniversario dalla sua nascita

MeteoWeb

Margherita Hack è stata una della più grandi scienziate italiane. L’astrofisica di fama mondiale era nata a Firenze il 12 giugno 1922. Hack è stata una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana. Prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia, ha svolto un’importante attività di divulgazione e ha fornito un fondamentale contributo alla ricerca per lo studio e la classificazione spettrale di molte categorie di stelle.

Oggi, Google le ha dedicato un Doodle in occasione del 99° anniversario dalla sua nascita.

Membro dell’Accademia dei Lincei, dell’Unione Internazionale Astronomi e della Royal Astronomical Society era figlia di padre protestante e madre cattolica. Durante il periodo universitario è stata un’atleta e sportiva di talento ed ha studiato le stelle variabili Cefeidi. Si laureò alla fine della seconda guerra mondiale, nel 1945. Nonostante non si fosse laureata con il massimo dei voti cominciò subito la carriera universitaria come professore assistente e poi professore. E’s tata la prima donna a dirigere l’Osservatorio Astronomico di Trieste dal 1964 al 1987 ed ha insegnato astronomia all’Università di Trieste fino al 1998. Infine, nel 1995 due astronomi hanno dato il suo nome ad un nuovo asteroide: 8558 Hack. L’astrofisica è morta il 29 giugno 2013 per un attacco cardiaco.

A lei, considerata un’icona e un riferimento dell’astrofisica mondiale, è stato dedicato anche un fumetto dal titolo “La signora delle stelle”, pubblicato dalla start-up Timbuktu, che lo ha pubblicato sotto forma di e-book ed è scaricabile gratuitamente da Internet. Nel fumetto vengono raccontati diversi aneddoti, tra questi il fatto che la Hack non abbia mai mangiato un pezzo di carne in vita sua e di aver amato molto i gatti.