Dal gran caldo ai nubifragi, attenzione al meteo estremo sugli Europei di calcio: un ostacolo in più per Francia e Spagna

Le Previsioni Meteo per le partite degli Europei di calcio: tra super caldo ma anche freddo anomalo, piogge e temporali. Il tempo negli stadi dell'ultima e decisiva giornata dei gironi

MeteoWeb

E’ la settimana decisiva per le qualificazioni alla fase ad eliminazione diretta degli Europei di calcio iniziati a Roma esattamente dieci giorni fa con il trionfale 3-0 dell’Italia all’Olimpico sulla Turchia. Proprio l’Italia ha già conquistato la qualificazione agli Ottavi di Finale vincendo il proprio girone a punteggio pieno, battendo anche la Svizzera e il Galles senza mai subire gol. Insieme agli Azzurri allenati da Roberto Mancini, sono agli Ottavi di finale anche il Galles, secondo nel girone dell’Italia, e i Paesi Bassi, già certi del primo posto nel proprio girone. La squadra Orange scenderà in campo oggi alle 18 per una partita inutile contro la Macedonia del Nord, già matematicamente eliminata dal torneo. La partita si giocherà ad Amsterdam con cielo coperto, rischio di pioggia e un clima molto fresco. La temperatura, infatti, sarà di appena +14°C.

Molto più importante, invece, la sfida di Bucarest dove in contemporanea, sempre oggi alle 18, Ucraina e Austria si affronteranno per quella che è la sfida della vita. In palio c’è il secondo posto, che assicura la qualificazione agli Ottavi di finale nella partita contro l’Italia. L’Ucraina ha due risultati su tre: si qualifica anche con un pareggio. L’Austria, invece, è costretta a vincere. Un eventuale pareggio lascerebbe aperta anche la qualificazione dell’Austria tra le migliori terze, ma bisognerà aspettare la fine della terza giornata di tutti i gironi. A Bucarest, contrariamente rispetto ad Amsterdam, farà molto caldo: si giocherà con cielo poco nuvoloso e +28°C. Il caldo, quindi, si farà sentire su una partita già di per sè decisiva.

Sempre oggi, ma alle ore 21, si decideranno le sorti del girone B, quello del Belgio (già qualificato, ma non ancora certo del primo posto) e della Danimarca dello sfortunato Eriksen. Proprio a Copenaghen la Danimarca ospiterà la Russia ed è costretta a vincere per sperare di potersi qualificare. Alla Russia, invece, dovrebbe bastare il pareggio per andare agli  Ottavi di Finale, a meno di una clamorosa vittoria della Finlandia a San Pietroburgo contro il Belgio di Mertens e Lukaku. In questo caso, la Finlandia sarebbe prima e il Belgio secondo. Altrimenti ai belgi basta un punto per assicurarsi il primo posto nel girone. La seconda classificata affronterà il Galles agli Ottavi di Finale, mentre la prima dovrà aspettare la classifica avulsa tra le migliori terze rischiando di scontrarsi subito con una big, e poi eventualmente di trovare l’Italia ai Quarti di Finale. Chissà se il Belgio farà calcoli e preferirà arrivare secondo, di certo dovrà però vedersela con le condizioni meteorologiche di San Pietroburgo dove stasera, nonostante l’orario, ci sarà un gran caldo, con +29°C e un alto tasso di umidità relativa. Molto più fresco invece a Copenaghen per DanimarcaRussia che si giocherà con appena +15°C.

Domani, Martedì 22 Giugno, il torneo vivrà la sua giornata più fredda: si giocheranno due partite tutte britanniche, con le squadre di casa protagoniste. Alle ore 21:00, infatti, a Glasgow andrà in scena Scozia-Croazia, mentre a Londra i padroni di casa dell’Inghilterra ospiteranno la Repubblica Ceca del capocannoniere del torneo Patrik Schick. Con un pareggio senza farsi male, inglesi e cechi sarebbero entrambi qualificati ma, clamorosamente, con l’Inghilterra seconda per la peggior differenza reti. Anche qui, però, potrebbe “convenire” il secondo posto rispetto al primo: la seconda, infatti, agli Ottavi incontrerà la seconda del gruppo E, ancora apertissimo tra Svezia, Slovacchia, Spagna e Polonia, mentre la prima se la vedrà con una tra Germania, Francia, Portogallo e Ungheria. La Croazia, invece, deve battere la Scozia con almeno due gol di scarto e sperare che l’Inghilterra batta la Repubblica Ceca per arrivare seconda e qualificarsi, altrimenti dovrà accontentarsi della roulette della classifica avulsa per le migliori terze. Anche la Scozia può qualificarsi: deve battere la Croazia e sperare che la Repubblica Ceca vinca con l’Inghilterra. In questo caso sarebbero gli inglesi a finire terzi nel girone. Entrambe le partite si giocheranno con condizioni meteorologiche tipicamente invernali: sia a Glasgow che a Londra ci saranno appena +10°C con cielo nuvoloso.

Infine, dopodomani, Mercoledì 23 Giugno, sarà la giornata più importante della settimana nonchè quella decisiva per i destini di quattro grandi big dell’Europeo: Spagna, Francia, Germania e il Portogallo campione in carica. E sarà anche la giornata più significativa sotto il profilo meteorologico.

Alle ore 18:00 si giocheranno le partite del girone E, quello della Spagna. Proprio gli spagnoli saranno chiamati alla vittoria obbligata nella partita di Siviglia, contro la Slovacchia. Dopo due pareggi deludenti contro Svezia e Polonia, Morata e compagni non possono permettersi un altro passo falso. A complicare le cose, però, ci sarà il gran caldo. La partita si giocherà con il sole ancora alto in cielo e una temperature superiore ai +32°C, condizioni meteo proibitive che renderanno ancor più difficile la partite per la nazionale iberica.

Contemporaneamente a San Pietroburgo scenderanno in campo Svezia e Polonia: anche qui la partita inizierà con un gran caldo, addirittura +33°C, ma poi potrebbe arrivare la pioggia, o addirittura un forte temporale, e la temperatura potrebbe scendere fino a +27°C seppur con una grande afa e un altissimo tasso di umidità. Qui è la Polonia a dover vincere a tutti i costi, mentre alla Svezia basta un pari per qualificarsi agli Ottavi.

In serata, alle ore 21:00, si deciderà il girone F, denominato “gruppo di ferro” perchè il sorteggio ha messo insieme i campioni del mondo della Francia, i campioni europei del Portogallo, la Germania e una gagliarda Ungheria che – allenata dall’italiano Marco Rossi – ha già fermato i francesi sull’1-1 a Budapest. Proprio a Budapest si giocherà la partita decisiva, dal sapore di finalissima: Portogallo-Francia. Chi perde, al 99% torna a casa in anticipo. La Francia potrebbe accontentarsi del pareggio, ma significherebbe rischiare di incontrare subito l’Inghilterra agli Ottavi di Finale. Una partita così delicata si giocherà con condizioni meteo particolarmente difficili: le squadre scenderanno in campo a Budapest con oltre +30°C nonostante l’orario notturno, in un contesto difficile per la respirazione in esercizio fisico vista l’alta umnidità relativa.

budapest ungheria
Foto Ansa

Molto diverso il tempo di Monaco di Baviera, dove la Germania ospiterà l’Ungheria in una serata autunnale, con piogge, temporali e una temperatura inferiore ai +20°C. La pioggia potrebbe complicare la partita della Germania, a cui il pareggio potrebbe non bastare per la qualificazione in caso di vittoria del Portogallo sulla Francia: i tedeschi arriverebbero terzi. Ecco perchè devono battere l’Ungheria, che però giocherà il tutto per tutto per vincere e sognare a sua volta una qualificazione che sarebbe un’impresa eroica.

Intanto l’Italia si gode il primato del girone e attende di conoscere, oggi pomeriggio, l’avversaria degli Ottavi di Finale: sarà una tra Ucraina e Austria. La partita si giocherà sabato 26 giugno alle ore 21 a Londra, nello stesso stadio della finale. E’ ancora presto per una previsione meteo precisa per sabato sera, ma al momento la tendenza è di fresco e instabilità, quindi una temperatura decisamente bassa, intorn oai +15°C, e un rischio di pioggia non indifferente. Ne riparleremo meglio nei prossimi aggiornamenti.