Musk e il sogno di colonizzare Marte: un libro del 1953 aveva previsto un Elon “imperatore” del Pianeta Rosso

Il destino di Elon Musk è già scritto? In un libro del 1953, viene descritta una missione per portare l'uomo su Marte, con un Elon come "imperatore"

MeteoWeb

Credete nel destino? A volte, sembra che le cose siano predestinate. Per esempio, Elon Musk, CEO e fondatore di SpaceX, compagnia privata nel campo dell’esplorazione spaziale, ha annunciato lo scorso ottobre che la sua compagnia spera di inviare un veicolo con equipaggio su Marte nel 2024. Il miliardario crede che l’unico modo per salvare il futuro dell’umanità sia colonizzare lo spazio. “Se rendiamo la vita multiplanetaria, potrebbe venire un giorno in cui alcune piante e animali moriranno sulla Terra, ma saranno ancora vivi su Marte”, si legge in uno dei tweet sul profilo ufficiale di Musk.

Quello che il miliardario non sapeva è che il suo destino sembrava già stato scritto. Non nelle stelle, ma su carta. Nel 1953, infatti, è stato pubblicato un libro che prevedeva piani secondo cui un certo “Elon” avrebbe portato l’uomo su Marte. Dopo un tweet di Musk con riferimento al destino, risalente al 30 dicembre 2020, un utente ha fatto notare al fondatore di SpaceX l’esistenza del libro. “Parlando di destino, sapevi che il libro di von Braun del 1953, “Mars Project”, faceva riferimento ad una persona chiamata Elon che avrebbe portato l’uomo su Marte? Pazzesco”, ha scritto l’utente.

Il libro è stato scritto da Wernher von Braun, ingegnere aerospaziale e architetto spaziale tedesco. Von Braun è stata la figura principale nello sviluppo della tecnologia missilistica nella Germania nazista e poi un pioniere nella tecnologia dei razzi spaziali negli Stati Uniti. Tra i 20 e i 30 anni, ha lavorato al programma di sviluppo di razzi della Germania nazista. Dopo la guerra, si è trasferito segretamente negli USA con altri 1.600 scienziati, ingegneri e tecnici tedeschi, come parte del programma di intelligence USA chiamato Operation Paperclip.

Il libro di von Braun non è un saggio standard: utilizza una narrativa per spiegare al lettore medio come avrebbe potuto essere un viaggio verso Marte durante la Guerra Fredda. Nel suo libro, von Braun pensava ottimisticamente che una missione sul Pianeta Rosso sarebbe potuta avvenire nel 1965 e che la miglior opzione per la missione sarebbe stata lanciare un equipaggio di 70 persone, utilizzando veicoli assemblati nell’orbita terrestre bassa.

elon-muskA differenza di quanto affermato nel tweet di risposta a Musk, nel suo libro von Braun non dice che una persona chiamata Elon porterà l’umanità su Marte ma che il nome della carica del leader sarà “Elon”. Il paragrafo in questione dice: “Il governo marziano era composto da 10 uomini, il cui leader era stato eletto dal suffragio universale per 5 anni e intitolato “Elon”. Due camere del Parlamento emanavano le leggi, secondo le quali, Elon e il suo gabinetto dovevano governare”.

A seguito di questo scambio di tweet, in un aggiornamento temporaneo del suo profilo Twitter, Musk si è “autoproclamato” imperatore di Marte.