Etna in eruzione, parossismo violentissimo: fitta pioggia nera su Catania, la città è ricoperta di cenere, massima attenzione agli spostamenti

Etna ancora in eruzione nella serata di sabato 19 giugno: gli ultimi aggiornamenti e le immagini in diretta

/
MeteoWeb

L’Etna ha dato inizio ad un nuovo parossismo nella serata di oggi, sabato 19 giugno. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, aveva comunicato che “dalle ore 18.15 è iniziata l’attività stromboliana al Cratere di Sud-Est. Tale attività è accompagnata da una modesta emissione di cenere”, per poi comunicare che “a partire dalle 19.00 UTC, l’attività stromboliana è passata a fontana di lava. Sulla base del modello previsionale la nube eruttiva prodotta dall’attività in corso si disperde in direzione S”.

L’attività effusiva prodotta dal trabocco lavico in direzione Sud-Ovest continua ad essere ben alimentato. L’ampiezza media del tremore vulcanico e l’attività infrasonica hanno raggiunto valori molto elevati. Le sorgenti del tremore e degli eventi infrasonici sono localizzate al Cratere di Sud-Est. Le stazioni sommitali della rete clinometrica evidenziano modeste variazioni di inclinazione (pochi decimi di microradiante)”, conclude l’INGV.

La cenere prodotta dal parossismo di oggi sta cadendo anche sulla città di Catania, coprendo tutto di nero (vedi foto della gallery scorrevole in alto). La popolazione è invitata alla massima prudenza in quanto la cenere sull’asfalto è molto pericolosa, rendendo le strade viscide e scivolose. Gli spostamenti in auto e soprattutto in scooter sono, dunque, molto pericolosi.

La società di gestione dell’aeroporto di Catania ha reso noto che la pista dello scalo è al momento chiusa perché contaminata dalla cenere lavica caduta copiosa ed è in corso l’attività di pulizia e bonifica. Per info sui voli dirottati o cancellati si prega di rivolgersi alle compagnie aeree o verificare la situazione in tempo reale sul sito dell’Aeroporto www.aeroporto.catania.it e sui profili Facebook e Twitter dell’aeroporto.

AGGIORNAMENTO

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che “dalle immagini delle telecamere di sorveglianza, si osserva che l’attività esplosiva al Cratere di Sud-Est è cessata, il trabocco lavico che si espande in direzione Sud-Ovest è ancora attivo. L’ampiezza media del tremore vulcanico, dopo aver raggiunto il valore massimo alle ore 19:20 UTC, ha subito una rapida diminuzione riportandosi nel livello medio. Il centroide delle sorgenti del tremore vulcanico rimane localizzato nell’area del Cratere di Sud-Est ad una elevazione di circa 2900 m sopra il livello del mare. Anche l’attività infrasonica dalle 19:35 circa UTC ha subito una rapida diminuzione. Attualmente si pone su un livello basso sia per la frequenza di accadimento dei transienti che per le loro ampiezze osservate”.

Di seguito le webcam in cui è possibile seguire l’attività dell’Etna in diretta:

http://www.meteosystem.com/webcam/giarre.jpg

http://www.radiotouring.eu/webcam/Radio_Touring_Etna.jpg