Previsioni meteo, domenica 20 giugno caldo in aumento ma anche forti temporali: tutti i dettagli

Previsioni Meteo: la presenza abbastanza ravvicinata di una bassa pressione verso la Penisola Iberica, indurrà infiltrazioni di aria umida con nubi diffuse al Centro Nord e anche locali temporali al Nord. Ecco i dettagli

MeteoWeb

Per la seconda parte del fine settimana, le previsioni meteo computano una ulteriore intensificazione del flusso caldo nordafricano verso gran parte dell’Italia. Sull’Europa occidentale, infatti,  segnatamente tra la Spagna centro-occidentale e il Portogallo, andrà approfondendosi un cavo instabile di origine nord-atlantica, il quale affonderà la sua azione fino all’entroterra marocchino. Di converso, lungo l’ascendente depressionario secco del medesimo cavo atlantico, si solleveranno dal deserto del Sahara algerino, intense masse d’aria calda che verranno dirottate direttamente verso l’Italia.

Dunque, una domenica, secondo le ultime previsioni meteo, all’insegna del caldo che inizierà a essere rovente su diverse regioni. In particolare valori di +36/+37°C potranno diffusamente essere raggiunti su tutte le aree pianeggianti adriatiche, anche della Romagna, fino alla Puglia e sulle pianure centro-orientali del Nord. Punte massime fino a +38°C sulla Puglia e sulla Lucania e valori estremi anche verso i +39/+40°C sulle isole maggiori. Molto caldo anche sul resto d’Italia, con temperature mediamente comprese tra +30 e +35° in pianura, magari localmente qualche grado in meno solo sulle coste in genere, specie tirreniche. Insieme al caldo, che inizierà a farsi torrido, va rilevata anche una maggiore instabilità temporalesca, dovuta proprio alla calura diurna, in particolare sui settori alpini e prealpini specie centro-occidentali, con fenomeni anche forti associati a grandine e a qualche nubifragio tra Ovest e Nord Piemonte e localmente su estremo nordovest Lombardia. Nubi irregolari piuttosto diffuse sono attese anche su buona parte dei settori centrali e sul resto del Nord, per infiltrazioni deboli di aria umida alle quote medie atmosferiche in grado di procurare una diffusa condensazione medio-alta, tuttavia senza altri fenomeni associati.