Una navetta spaziale o un razzo “casalinghi” ispirati al telescopio spaziale James Webb: parte il progetto ESA #WebbAtHome

Sei alla ricerca di un progetto creativo a tema spaziale da realizzare a casa e vuoi avere la possibilità di vincere qualche prodotto ESA? L'ESA ha la risposta per te

“Con la missione internazionale James Webb Telescope (Webb) che presto sarà preparata per il lancio a bordo di un lanciatore Ariane 5 dallo spazioporto europeo nella Guyana francese, ti invitiamo a realizzare, utilizzando articoli di tutti i giorni per la casa, una navetta spaziale o un razzo casalinghi che rappresentino la missione. Condividi le tue missioni ‘lanciandole’ sui tuoi account social utilizzando l’hashtag #WebbAtHome (per Twitter e Instagram) o tramite messaggio privato sull’account Facebook di ESA. Per le creazioni più simpatiche, invieremo un pacchetto di chicche delle missioni ESA e Webb. Sebbene cartone, contenitori vuoti, colla e forbici facciano la loro parte, accogliamo con favore idee da tutto lo spettro creativo: cottura al forno, cucito, pittura, LEGO, origami – la scelta è vostra!”, si legge sul sito dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA).

Per avere diritto al premio, saremo lieti di ricevere le vostre proposte fino al 30 novembre, ma se doveste scoprire questa pagina in seguito, ci auguriamo che sia comunque di ispirazione per la vostra creatività e per portare un po’ di atmosfera dell’Agenzia Spaziale Europea a casa vostra. Non conosci Webb e Ariane e hai bisogno di un po’ di ispirazione su come dovrebbe essere la tua creazione? Oltre all’impressione artistica presente in questa pagina, ti invitiamo a esplorare le altre nostre pagine web, qui per Webb e qui per Ariane, per saperne di più sulla missione e sul suo lanciatore”, si legge ancora.

Per ulteriori informazioni sulla missione e per il regolamento completo e le condizioni di partecipazione.

Maggiori informazioni su Webb

telescopio James Webb
James Webb Space Telescope

“Webb – una collaborazione internazionale tra NASA, ESA e CSA – è un osservatorio spaziale per guardare ancora più lontano che mai prima d’ora, alle nostre origini. Webb osserverà le prime galassie dell’Universo, rivelerà la nascita di stelle e pianeti e cercherà esopianeti con potenziale per la vita. Più vicino a noi, Webb guarderà anche al nostro sistema solare. Webb succede a Hubble come il prossimo grande osservatorio scientifico spaziale, progettato per fare scoperte rivoluzionarie in tutti i campi dell’astronomia.

La missione sarà lanciata su un Ariane 5 dallo spazioporto europeo nella Guyana francese. Arriverà qui via nave e serviranno quasi due mesi per preparla al lancio. Webb è ripiegato in stile origami per entrare nel lanciatore, che è stato personalizzato appositamente per il telescopio. Dopo il lancio, si imbarcherà in un viaggio di un mese verso la sua orbita finale, circa un milione e mezzo di chilometri dalla Terra, al punto di Lagrange L2. Lungo il percorso, si aprirà come un ‘Transformer’ nello spazio, dispiegando il suo scudo termico, che è delle dimensioni di un campo da tennis, e dispiegherà poi il suo specchio primario di 6,5 metri per rilevare la debole luce di stelle e galassie distanti.

Oltre ai servizi di lancio, l’ESA contribuisce a due dei quattro strumenti scientifici, e con il personale di supporto alle operazioni di missione”, conclude l’ESA.