Scoperta una nuova “Grotta del Gelo” sull’Etna: “Esplorata una nuova impressionante massa glaciale, va riscritta la storia speleologica del vulcano” – FOTO

Esplorata "una impressionante massa glaciale che ricorda la Grotta del Gelo": la sensazionale scoperta sull'Etna ad opera di due fratelli escursionisti

/
MeteoWeb

Mi sembra quasi di fare un grande torto alla Grotta del Gelo con quanto sto per comunicare. Di questo luogo incantevole si parla spesso perché conterrebbe la massa glaciale più a sud d’Europa. Uso il condizionale perché in verità ci sono altre grotte sul vulcano che custodiscono il ghiaccio al loro interno, alcune anche a una latitudine più a sud. Da ieri forse si dovrà riscrivere la storia della speleologia etnea. Lo comunicano con un post su Facebook Dario e Paolo Teri, fratelli escursionisti autori di una eccezionale scoperta sull’Etna, che proprio oggi ha dato origine ad un violento parossismo.

Riteniamo di aver avuto il piacere e l’onore di esplorare una impressionante massa glaciale che ricorda la Grotta del Gelo di almeno 30 anni fa! Al suo interno come è possibile vedere dalle foto vi è una quantità di ghiaccio davvero rilevante, che in alcuni punti supera i 3 metri di spessore! Non solo, la cavità è sia a una latitudine più meridionale ed anche a una quota inferiore di 20 metri rispetto alla più celebre Grotta del Gelo. Tali coordinate la rendono il “ghiacciaio” più a sud d’Europa (almeno fino a quando non ne verrà scoperta un’altra). Lo scettro di regina del ghiaccio passa dunque alla “Grotta Polo Nord” (anche se alcuni suggeriscono giustamente di chiamarla Grotta Polo Sud, proposta che ci sembra sensata) nome che ci è sembrato piuttosto appropriato date le condizioni rilevate e la temperatura gelida al suo interno. Ci riserviamo di fornire la posizione della grotta dopo aver effettuato una visita e rilievi più accurati a breve termine. Al momento lasciamo parlare le foto. Nella stessa giornata abbiamo rilevato altre tre grotte di scorrimento lavico probabilmente inedite o poco note interessanti di cui pubblicheremo foto e dati nei prossimi giorni”, si legge nel post pubblicato su Facebook.

Nella gallery scorrevole in alto, le foto dell’eccezionale “Grotta Polo Nord”.