Stasera occhi puntati sull’ultima Superluna del 2021, in cielo splenderà la “Luna della Fragola”: quando e come vederla

Nuovo evento astronomico stasera: il cielo di giugno ci riserva uno spettacolo di cui è protagonista il nostro satellite, l'ultima Superluna del 2021

MeteoWeb

Stasera ci attende un nuovo evento astronomico molto suggestivo, di cui è protagonista il nostro satellite: potremo osservare infatti l’ultima Superluna del 2021.
La Superluna “della fragola” (il nome dato alla Luna piena di giugno dai nativi americani) sarà completamente piena solo per un momento giovedì – alle 18:40 UTC – ma all’osservatore apparirà piena pochi giorni prima e dopo, spiega Space.com.
La Luna piena di giugno è una Superluna, anche se non è la più grande del 2021: l’onore è andato alla Superluna di maggio, protagonista anche di un’eclissi lunare visibile in alcune zone dell’Asia, dell’Australia e dell’America.
Durante la fase di plenilunio, il Sole, la Terra e la Luna si allineano: poiché l’orbita della Luna è leggermente diversa da quella terrestre (è inclinata di 5 gradi rispetto al piano dell’orbita terrestre), di solito è un po’ più alta o un po’ più bassa dell’ombra della Terra quando si verifica l’allineamento, e ciò rende possibile l’illuminazione, da parte del Sole, del lato della Luna rivolto verso la Terra, ha spiegato a Live Science Andrea Jones, science communicator della NASA.

La Strawberry Moon, la prima Luna piena dell’estate, prende il nome dalla stagione in cui crescono le fragole negli Stati Uniti nordorientali e in parti del Canada orientale. Le tribù Algonquin che vivevano in questi luoghi apprezzavano molto il dolce frutto, secondo il Farmers’ Almanac. Le fragole sono originarie del Nord America e gli europei non le conoscevano fino all’inizio del 1600, secondo The Spruce Eats. Infatti, molti europei chiamano questo plenilunio Luna Rosa, dal fiore  in piena fioritura a giugno, secondo il Farmers’ Almanac.

Il termine non scientifico “Superluna” è stato coniato da un astrologo nel 1979 e si riferisce alle Lune più vicine del solito alla Terra quando sono piene. Secondo la NASA, le Superlune sono fino al 14% più grandi e il 30% più luminose delle “normali” Lune piene.
In media, la Luna si trova a 386mila km dalla Terra. Tuttavia, durante la sua attuale orbita mensile, la Luna sarà più vicina alla Terra (al perigeo) mercoledì (23 giugno), a circa 359.800 km di distanza (a maggio era un po’ più vicina, a 357.311 km di distanza dal nostro pianeta).

Se il meteo dovesse impedire l’osservazione, è possibile ammirare la Luna grazie al live streaming del Virtual Telescope Project, a cura dell’astrofisico Gianluca Masi: si potrà vedere il nostro satellite mentre sorge su Roma alle 19 del 24 giugno.
Inoltre, alle ore 22:30 del 24 giugno, sarà possibile collegarsi alla pagina Facebook del Gruppo Astrofili Palidoro per poter ammirare il nostro satellite attraverso i telescopi dell’associazione direttamente dal proprio PC.