Stauffer center for strings, a Cremona il meglio della comunità internazionale della musica

Lo Stauffer center for strings, a Cremona, è il primo centro musicale internazionale interamente dedicato agli strumenti ad arco e nuova sede dell'Accademia Stauffer

MeteoWeb

Con la nascita dello Stauffer Center for Strings – primo centro musicale internazionale interamente dedicato agli strumenti ad arco e nuova sede dell’Accademia Stauffer, di prossima inaugurazione il 1° di ottobre – arriva a Cremona il meglio della comunità musicale globale: artisti ed ensemble di fama mondiale, università e istituzioni musicali tra le più prestigiose a livello internazionale, organizzazioni partner d’eccezione, assieme per la prima volta in un’unica piattaforma di cooperazione artistica, concepita da Paolo Petrocelli, Direttore Generale dello Stauffer Center, per sostenere i migliori talenti delle future generazioni di musicisti.

“La Fondazione Stauffer, che da oltre 50 anni finanzia gran parte delle attività di formazione nel campo della liuteria, della musicologia e dell’alta formazione per strumentisti ad arco, ha voluto dotare di una nuova e prestigiosa sede l’Accademia Stauffer, costituita nel 1985”, dichiara il Presidente della Fondazione Alessandro Tantardini. “In un momento storico di così grande difficoltà anche per il mondo della cultura, la Fondazione ha inteso dunque potenziare in modo significativo la missione della propria principale iniziativa, affidando al dottor Paolo Petrocelli l’incarico di ideare e realizzare un nuovo e sfidante progetto artistico di respiro internazionale, che consenta di avviare una nuova fase di crescita e sviluppo per l’Accademia Stauffer. Le significativerisorse delle quali Walter Stauffer ha generosamente dotato la Fondazione ci consentono oggi di ampliare il già importante spettro di interventi a sostegno della cultura ed in particolare dei talenti musicali, che potranno frequentare gratuitamente tutti i nostri corsi, come fin dall’inizio dell’attività dell’Accademia, così che il merito e non la condizione socio-economica sia, nella concretezza, sempre più l’unico vero elemento di selezione”.

Al centro di questo ambizioso progetto un programma accademico senza precedenti, che vede protagonisti oltre 40 artisti di fama internazionale come docenti d’eccezione – in continuità con la straordinaria storia di eccellenza dell’Accademia Stauffer, con uno sguardo aperto al mondo e proiettato al futuro – e la nascita degli Stauffer Labs, nuovi dipartimenti creativi per la ricerca musicologica, la composizione, la liuteria, la produzione musicale, il management artistico e l’innovazione e i media. Agli storici Maestri dell’Accademia Stauffer – Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Antonio Meneses, Franco Petracchi e il Quartetto di Cremona – si affiancano i nomi più prestigiosi della comunità artistica internazionale, fra cui Lisa Batiashvili, Daniel Hope, Viktoria Mullova, Julian Rachlin, Lawrence Power, Antoine Tamestit, Sol Gabetta, Steven Isserlis, Mischa Maisky, Alisa Weilerstein, Uxía Martínez Botana, Ödön Rßcz, Caroline Shaw.
“Grazie alla solidità e alla lungimiranza della Fondazione Stauffer, abbiamo creato un’opportunità straordinaria: realizzare un progetto culturale unico al mondo, concepito per chiamare a raccolta su Cremona le migliori eccellenze artistiche a livello internazionale, a sostegno delle future generazioni di musicisti” dichiara il Direttore Generale dello Stauffer Center Paolo Petrocelli. “Prendendo ispirazione dalla straordinaria esperienza trentennale dell’Accademia Stauffer e dal percorso di eccellenza tracciato dai suoi storici Maestri, abbiamo sviluppato una visione artistica nuova, fondata sui principi di innovazione, internazionalità, sostenibilità e qualità assoluta. Il nostro motto per l’anno 2021-2022 sarà “elevate talent, celebrate excellence”, eleviamo il talento e celebriamo l’eccellenza per il futuro della musica. Con il progetto del Center, dell’Accademia e dei Labs, la Stauffer accompagna così Cremona a schierarsi definitivamente tra le più importanti capitali mondiali della musica”.

Lo Stauffer Center si posiziona così tra le istituzioni artistiche più avanzate ed innovative a livello globale, rilanciando la missione originale dell’Accademia Stauffer rivolta a favorire, supportare ed accompagnare la crescita artistica e professionale delle nuove generazioni di musicisti, attraverso
programmi innovativi di altissimo profilo artistico, erogati in formula interamente gratuita per un numero selezionato di allievi, grazie a borse di studio a copertura totale sostenute dalla Fondazione Stauffer. Le iscrizioni ai corsi potranno essere effettuate a partire dal 28 giugno attraverso il nuovo sito dello Stauffer (www.stauffer.org), progettato e realizzato da Oracle, società leader nelle tecnologie software e cloud.
Tra le principali novità del programma accademico 2021/2022: il primo corso di alto perfezionamento al mondo per concertmaster tenuto dai primi violini, alla guida delle dieci principali orchestre europee; un esclusivo programma di masterclass con alcuni tra gli artisti più apprezzati ed influenti della scena musicale internazionale; “Creative Associates Program”, una serie di corsi di formazione per esplorare linguaggi e culture musicali del mondo promuovendo una visione artistica sempre più inclusiva; le residenze artistiche realizzate in partnership con alcune tra le più prestigiose organizzazioni accademiche internazionali – tra le quali la School of Music dell’Università di Yale e il Royal College of Music di Londra – ensemble specializzati tra I più autorevoli della scena musicale internazionale e con le principali orchestre giovanili americane ed europee. L’Accademia Stauffer diventa inoltre la prima ed unica All-Steinway School d’Italia e lo Stauffer Center for Strings ospiterà la prima Biblioteca Digitale Universal Edition al mondo.
L’inaugurazione del nuovo anno accademico e l’apertura della nuova sede di Palazzo Stauffer si terranno venerdì 1° ottobre 2021 in occasione dell’International Music Day, la Giornata Internazionale della Musica, con un evento di Open Day, in presenza e streaming.