Una “rana di cioccolato” nel bel mezzo della foresta pluviale: sorprendente scoperta in Nuova Guinea

"Quando abbiamo visto la nuova specie, abbiamo iniziato a chiamarla 'rana di cioccolato' e il nome è rimasto"

Un team di ricercatori guidati dalla Griffith University ha descritto una nuova specie del genere di raganella Litoria proveniente dalle foreste pluviali della Nuova Guinea.
Litoria è un grande genere di raganelle originario dell’Australia, dell’arcipelago di Bismarck, delle Isole Salomone, della Nuova Guinea, delle Piccole Isole della Sonda e delle Isole Molucche.
Il genere comprende oltre 90 specie e appartiene alla sottofamiglia monotipica Litoriinae della famiglia Pelodryadidae.
La nuova specie, chiamata Litoria mira, è endemica della Nuova Guinea e diffusa nelle paludose foreste pluviali di pianura.
Quando abbiamo visto la nuova specie, abbiamo iniziato a chiamarla ‘rana di cioccolato‘ e il nome è rimasto“, ha spiegato Paul Oliver, ricercatore al Queensland Museum e alla Griffith University. “Il parente più vicino conosciuto di Litoria mira è la raganella verde australiana (Litoria caerulea)“. “Le due specie sembrano simili, tranne una che di solito è verde, mentre la nuova specie di solito ha una bella colorazione cioccolato“. “Ciò che sorprende un po’ di questa scoperta è che la famosa e comune raganella australiana ha un parente a lungo trascurato che vive nelle foreste pluviali di pianura della Nuova Guinea“. “Per questo abbiamo chiamato la nuova rana Litoria mira perché la parola ‘Mira’ significa sorpreso o strano in latino”.

Dato che la rana vive in aree molto calde e paludose con molti coccodrilli, tutte queste cose scoraggiano l’esplorazione“, ha affermato Steve Richards, ricercatore presso il South Australian Museum. “Anche se la Nuova Guinea non è un posto che la maggior parte degli australiani conosce bene, molti gruppi di animali sono condivisi”. “Quindi comprendere la biodiversità in Nuova Guinea ci aiuta a comprendere la storia e le origini della fauna unica dell’Australia“.

L’Australia e la Nuova Guinea erano collegate via terra per gran parte del tardo Terziario (2,6 milioni di anni fa) e condividono molti elementi biotici, ma la Nuova Guinea è ora dominata dalla foresta pluviale e l’Australia settentrionale dalla savana.

Studiare l’interscambio biotico tra queste due regioni è fondamentale per comprendere come i tipi di habitat della foresta pluviale e della savana si sono ampliati e contratti“, ha affermato Oliver. “Le stime per la divergenza delle nuove specie nel nostro studio mostrano che nel Pliocene (da 5,3 a 2,6 milioni di anni fa) c’era ancora connettività tra le due specie negli habitat tropicali delle pianure dell’Australia settentrionale e della Nuova Guinea“. “Questi risultati sottolineano l’estensione e la connettività della foresta pluviale di pianura e della savana nell’Australia settentrionale e nella Nuova Guinea meridionale e i profondi cambiamenti che la regione ha subito dall’epoca del tardo Pliocene“.

L’articolo che descrive la scoperta è stato pubblicato sull’Australian Journal of Zoology.