Allarme incendi in Canada: dichiarato lo stato di emergenza in British Columbia, il fumo raggiunge persino New York [FOTO]

Persino New York e numerose regioni orientali degli Stati Uniti e del Canada sono state avvolte ieri da una foschia grigio fumo, causata dai vasti incendi che stanno interessando le aree occidentali

MeteoWeb

Allarme incendi in Canada: la provincia occidentale della British Columbia ha dichiarato lo stato di emergenza, nella previsione che i roghi possano essere ulteriormente alimentati nei prossimi giorni da caldo e venti. “Abbiamo raggiunto un punto critico. Sulla base dei consigli della gestione dell’emergenza e dei funzionari antincendio, e del mio briefing di ieri sera sul peggioramento del tempo, dichiaro lo stato di emergenza provinciale,” ha affermato il ministro provinciale per la sicurezza pubblica Mike Farnworth. Il provvedimento autorizza i funzionari a organizzare evacuazioni di massa e a fornire alloggi di emergenza agli sfollati, ha precisato Farnworth.
Nella sola giornata di ieri circa 5.700 persone hanno ricevuto un ordine di evacuazione nella provincia, più del doppio del giorno precedente. Circa 32.000 residenti sono in allerta.

Gli incendi hanno devastato il Canada occidentale e la costa occidentale degli Stati Uniti per settimane a seguito di un’ondata di caldo che ha colpito l’area a fine giugno
Circa 3mila chilometri quadrati sono già andati in fumo in British Columbia, un’area 3 volte superiore a quella media tipicamente bruciata in questo periodo dell’anno. La provincia registra al momento quasi 300 incendi attivi, alimentati dal clima caldo e secco che dovrebbe continuare nei prossimi giorni, oltre ai venti che potrebbero diffondere le fiamme. Oltre 3 mila vigili del fuoco stanno attualmente combattendo incendi in tutta la provincia.

Persino New York e numerose regioni orientali degli Stati Uniti e del Canada sono state avvolte ieri da una foschia grigio fumo, causata dai vasti incendi che stanno interessando le aree occidentali. I servizi di protezione ambientale dello Stato di New York hanno emesso un’allerta relativa alla qualità dell’aria, un provvedimento che scatta automaticamente quando si prevedono concentrazioni di particelle fini superiori a 35 microgrammi per metro cubo.

foschia New York incendi Canada