Alluvioni in Germania e Belgio, il dramma dell’acqua potabile: interi comuni senza risorse idriche adatte al consumo

Forti precipitazioni in Belgio e Germania: l'acqua del rubinetto in alcuni comuni della Vallonia è ormai imbevibile e anche in Germania è consigliata la bollitura

MeteoWeb

Oltre agli ingenti danni dovuti alle inondazioni e al maltempo che persevera sul centro Europa, i problemi per i cittadini colpiti della forti precipitazioni sono anche di altra natura. Le devastanti inondazioni degli ultimi due giorni hanno avuto ripercussioni sulle reti di distribuzione dell’acqua in Belgio, in particolare in Vallonia, lasciando diversi comuni senza acqua potabile del rubinetto. Nelle reti interessate da acque sporche o torbide a causa di inondazioni, l’acqua del rubinetto non può essere utilizzata per scopi alimentari, anche se bollita, secondo un comunicato stampa della Société Wallonne des Eaux (SWDE), la principale azienda della regione per la produzione e distribuzione di acqua potabile.

Questo fenomeno è su una scala del tutto insolita, poiché le inondazioni fanno precipitare torrenti d’acqua in determinati bacini idrici e alterano la qualità dell’acqua grezza“, si legge nel comunicato. Sebbene i team sul campo dell’azienda abbiano cercato di risolvere il problema e di implementare soluzioni alternative che garantissero la continuità della distribuzione, ciò non è stato possibile in tutti i comuni. “Si consiglia di utilizzare l’acqua del rubinetto solo per scopi sanitari, come lo sciacquone del water, e per l’igiene personale se l’acqua è leggermente torbida“, ha avvertito l’azienda.

I comuni più colpiti da questo problema si trovano nelle province di Liegi e Namur. In alcuni luoghi, vi è una parziale carenza d’acqua, ma la qualità dell’acqua del rubinetto non dovrebbe essere compromessa. Secondo lo SWDE, la situazione non verrà ripristinata entro le prossime 48 ore.

Nelle Fiandre, le reti di acqua potabile non sono ancora state colpite, tuttavia, Watergroep Vlaanderen, responsabile della produzione e della distribuzione dell’acqua nella regione, sta monitorando la situazione, ha detto il portavoce della compagnia al Brussels Times.

E in Germania, dopo le forti alluvioni di oggi, la situazione non è dissimile, tanto che i media locali avvertono: “Le città nella zona della Ruhr dovrebbero far bollire l’acqua potabile“:

Ci si possono aspettare gravi cambiamenti nel gusto e nell’olfatto“, hanno annunciato le autorità. Interessate sono la fornitura di Mülheim an der Ruhr (senza Mintard), Ratingen-Breitscheid e parti di Oberhausen e Bottrop. In queste città, i residenti dovrebbero quindi far bollire l’acqua potabile. A causa dell’alluvione l’acqua potabile è stato ‘contaminata’ dall’acqua del fiume, si legge in una nota. L’acquedotto, che disinfetta  l’acqua con ozono, raggi UV e cloro “in altissime concentrazioni”, per ora non basta a garantire livelli igienici adatti al consumo.

Foto Ansa