Anche gli occhiali di Amelia Earhart e un pezzo del Wright Flyer sul volo Blue Origin

Gli occhiali di Amelia Earhart hanno preso il volo ieri, a bordo della prima missione con equipaggio di Blue Origin, sul veicolo di lancio suborbitale New Shepard

MeteoWeb

Gli occhiali di Amelia Earhart – il paio che indossava quando è diventata la prima donna a volare da sola attraverso l’Oceano Atlantico nel 1932 – hanno ora superato un altro confine: quello tra la Terra e lo Spazio.

Gli occhiali hanno preso il volo ieri, a bordo della prima missione con equipaggio di Blue Origin, sul veicolo di lancio suborbitale New Shepard.

Si può vedere che ha messo del nastro adesivo per far entrare meno luce perché era molto luminoso tutto il giorno e ha volato per tanto tempo,” ha detto Jeff Bezos, il miliardario fondatore di Blue Origin, in una conferenza stampa post-flight.

Come noto, Earhart è scomparsa in volo nel 1937, lasciandosi dietro gli occhiali. Una volta in prestito al National Air and Space Museum dello Smithsonian, sono stati poi venduti all’asta per 141.600 dollari nel 2009 a un offerente non identificato.

blue origin

Bezos, ancora su di giri per aver realizzato il suo sogno, non ha resistito e ha indossato gli occhiali.
Mi piace pensare che se Amelia fosse qui, sarebbe molto, molto orgogliosa di… Wally,” ha detto, riferendosi alla sua compagna di viaggio su New Shepard, Wally Funk.
Pilota esperta, che in gioventù si è unita al gruppo di donne “Mercury 13” per sottoporsi ad alcuni degli stessi test medici che hanno riguardato i primi astronauti della NASA, Funk ieri è diventata la persona più anziana a volare nello Spazio, all’età di 82 anni.

Mark Bezos, il fratello minore di Jeff e altro membro dell’equipaggio a bordo di New Shepard, ha organizzato il prestito di altri due artefatti dell’aviazione da portare a bordo. I fratelli Bezos sono i primi parenti di sangue ad essere andati insieme nello Spazio, in modo simile a come un’altra coppia di fratelli ha fatto la storia dell’aeronautica più di un secolo fa.
Siamo riusciti a portare in volo un pezzo di tela dal Wright Flyer, l’aereo che hanno pilotato i fratelli Wright,” ha detto Mark.

Il volo di 10 minuti ha segnato l’ultimo viaggio nello Spazio per il tessuto Flyer: frammenti precedenti sono stati trasportati sulla Luna dall’astronauta dell’Apollo 11 Neil Armstrong, nell’orbita terrestre con l’astronauta John Glenn durante il suo secondo volo nello Spazio e inseriti nel rover Perseverance della NASA per il suo viaggio alla ricerca della vita sulla superficie di Marte.

I fratelli Bezos hanno anche portato a bordo un medaglione di bronzo che è stato realizzato con elementi del primo volo in mongolfiera nel 1883.
Sia il tessuto Flyer che il medaglione sono stati prestati dall’Explorers Club di New York City.

Jeff Bezos ha portato con sé anche una collana con un ciondolo d’argento, con la forma del logo della piuma di Blue Origin, per la propria madre (e di Mark). “L’ho indossato nello Spazio e ora è per te,” ha detto.

Le immagini dei compagni di equipaggio che galleggiano all’interno della capsula di New Shepard hanno rivelato che avevano altri oggetti con sé, come piccole palline arancioni da ping-pong e caramelle alla frutta a marchio Skittles.