Astronomia: astrofilo italiano scopre 3 nuove galassie nane

L'astrofilo ha identificato 3 piccole galassie sfuggite agli algoritmi di ricerca automatizzati, che si aggiungono alle 13 galassie satellite già note di NGC 253

MeteoWeb

L’astrofilo pugliese Giuseppe Donatiello, coordinatore della Sezione nazionale di Ricerca ‘Profondo cielo’ dell’Unione Astrofili Italiani (UAI) ha scoperto 3 nuove galassie nane.
In totale sono 5 le galassie individuate dall’astrofilo, di cui 4 portano il suo nome: ciò lo posiziona al primo posto nella classifica degli scopritori singoli – sia astrofili che professionisti – di galassie nane a livello mondiale.

galassie nane Donatiello
NGC 253 e NGC 247 e le tre nuove nane in dimensioni relative

 

Le tre nuove scoperte sono galassie satellite della più grande galassia della Scultore (NGC 253) – distante 11,4 milioni di anni luce, la più vicina grande galassia dopo Andromeda (M31) – e sono state identificate da Donatiello analizzando alcune immagini del cielo ottenute dal telescopio Blanco di 4 metri operativo a Cerro Tololo in Cile.
Donatiello ha identificato 3 piccole galassie sfuggite agli algoritmi di ricerca automatizzati, che si aggiungono alle 13 galassie satellite già note di NGC 253. Nonostante si tratti di corpi molto piccoli, con diametri compresi tra 650 e 1200 anni luce, la loro identificazione apre ora all’ipotesi della presenza di un grande ‘piano’ di galassie satellite attorno alla NGC 253.