Covid-19, Eric Clapton: “Non mi esibirò mai in alcun evento che prevede Green Pass”

Eric Clapton, vaccinato con doppia dose di AstraZeneca, prende una posizione molto dura contro le "discriminazioni" del Green Pass: "Non mi esibirò in alcun evento in cui si prevede l'obbligo del pass, cancellerò tutte le date"

MeteoWeb

Il musicista e cantautore britannico, Eric Clapton, ha annunciato che rifiuterà di esibirsi in luoghi che richiederanno di mostrare prova della vaccinazione anti-Covid. In una dichiarazione ufficiale, l’artista ha annunciato che non suonerà “su nessun palco dove si discrimina il pubblico presente“. Le sue parole arrivano dopo che il governo britannico ha annunciato che, da settembre, richiederà il passaporto vaccinale per gli ingressi nelle discoteche e nei luoghi dello svago. “A meno che non si preveda la partecipazione di tutte le persone, mi riservo il diritto di cancellare l’esibizione“, si legge nella dichiarazione condivisa sul profilo Telegram dell’architetto italiano con base a Londra, Robin Monotti, che già in passato è stato veicolo di messaggi del bluesman. Clapton, vaccinato con doppia dose di AstraZeneca, si è schierato contro le restrizioni varate da Londra per fermare la pandemia.

Clapton ha in programma due concerti a Milano e Bologna nel 2022, mentre ha diversi concerti negli Stati Uniti a partire dal prossimo settembre.