Clima, i dati meteo dei primi 10 giorni di Luglio: eccessi di caldo e piogge sull’Italia, i DETTAGLI

Sostanziale prevalenza dell'alta pressione, ma anche con raid temporaleschi e fenomeni localmente violenti. Il punto sui primi 10 giorni di luglio

MeteoWeb

Archiviata oramai la prima decade del mese estivo per eccellenza. Volendo tracciare un bilancio, va detto che essa è evoluta con un eccesso termico su diverse regioni. Un eccesso non significativo, poiché il caldo veramente importante è stato presente solo negli ultimi 3/4 giorni, nella prima parte della prima settimana, invece, l’accesso è stato lieve. Comunque mediamente, secondo dati NOAA, vi è stato un surplus termico tra +2 e +4°C in media, in particolare sulle Alpi centro-orientali, sul Friuli, sulla Venezia Giulia, anche su buona parte dell’Emilia Romagna e poi su tutti i versanti adriatici, sui settori meridionali e su quelli insulari. Magari anche 5°C oltre la media sulle pianure del medio Adriatico e su quelle interne del Sud in genere.

 

I valori termici, invece, come mostra la mappa in evidenza, sono risultati pressoché nella norma sui settori tirrenici centro-settentrionali un po’ tutti e sul resto del Nord, anche un po’ sotto la norma fra il Sud e l’Este Piemonte, localmente sulla Liguria di Ponente e poi sulla Lombardia centro-occidentale e settentrionale. Quindi, un surplus termico su metà o poco più del paese, valori nella norma o anche localmente sotto su quasi l’altra metà. In riferimento alle piogge, invece, si è protratta la siccità sulle regioni centro-meridionali in genere, con precipitazioni pressoché assenti salvo qualche sporadica comparsa di poco conto; piogge invece nella norma o diffusamente sopra la norma sulle regioni settentrionali dove, a causa di una importante fase temporalesca a metà di questa settimana, le precipitazioni sono risultate spesso violente e anche dannose. Le prospettive future, indicherebbero un certo cambiamento della circolazione a scala euroatlantica, con possibile progressivo avvento da vita mese, di correnti più fresche e instabili anche verso i settori centrali del Mediterraneo e possibile arrivo di piogge o temporali via via anche verso il Centro Sud Italia. Maggiori dettagli su questa tendenza a fase più fresca e temporalesca da metà mese, nei nostri quotidiani aggiornamenti sul medio-lungo periodo.