Il maltempo colpisce Svizzera e Germania: piogge e nevicate con diversi danni e fiumi esondati [VIDEO]

Corsi d'acqua sotto osservazione in Svizzera e Germania: danni in entrambi i Paesi a causa del maltempo e delle piogge intense che proseguono da giorni

MeteoWeb

Forti tempeste estive hanno causato danni e alluvioni in Germania e Svizzera. In Germania le autorità hanno lanciato un’allerta per “tempeste estreme” nella regione di Eifel, a sudovest di Colonia, con piogge particolarmente forti. Negli ultimi giorni le piogge intense hanno fatto gonfiare i fiumi, tanto che si prevede che il Reno raggiungerà giovedì o venerdì il primo livello di piena. Forti piogge hanno colpito anche il sud dell’Olanda, dove le alluvioni hanno portato alla chiusura di un’autostrada vicino Maastricht.

Come riportato dalla polizia svizzera, l’hangar dell’aeroporto di Magadino, nel sud del Paese, è in parte crollato danneggiando diversi aerei. Alberi sradicati sono finiti sulle strade e sui binari dei treni a Zurigo, causando un caos tra i pendolari. E alcuni passi alpini sono stati temporaneamente chiusi a causa di nevicate. Si contano laghi e fiumi in piena, alberi sradicati e strade interrotte in tutto il Paese: da lunedì sera sono state registrate nuove forti piogge in tutta la Svizzera, che hanno provocato allagamenti, danni e perturbazioni alla circolazione stradale e ferroviarie in numerose località.

A causa degli allagamenti, anche il tunnel autostradale del San Gottardo in direzione nord è stato chiuso. A Zurigo ed in altre località i danni sono ingenti. Waldegg (cantone di Zurigo) ha registrato 31,1 millimetri di pioggia in 10 minuti. Nel canton Berna, i temporali sono stati accompagnati localmente da grandine e nella regione di Schwarzerburg (cantone Berna), i chicchi hanno raggiunto i 3-4 centimetri di diametro, mentre una frana ha tagliato la linea Montreux-Oberland Bernese sulle alture di Montreux. Il livello dei laghi e dei corsi d’acqua è oggetto di grande attenzione.

Nel VIDEO un fiume esondato nel Canton Uri:

Fiume esondato nel canton Uri, in Svizzera [VIDEO]