“Houston, abbiamo un problema”: il modulo russo Nauka accende i propulsori “inavvertitamente e inaspettatamente” e destabilizza la Stazione Spaziale

I propulsori sul modulo Nauka si sono attivati "inavvertitamente e inaspettatamente", facendo perdere alla ISS il controllo dell'assetto

MeteoWeb

Il viaggio di Nauka verso la Stazione Spaziale Internazionale non è andato del tutto secondo i piani, dopo che il nuovo modulo scientifico russo è attraccato ieri, giovedì 29 luglio.
Circa 3 ore dopo il completamento dell’attracco, i cosmonauti Oleg Novitsky e Pyotr Dubrov erano nel modulo Zvezda, a cui Nauka era attraccato, preparandosi ad aprire il portello tra i due veicoli: alle 18:45 i propulsori su Nauka si sono attivatiinavvertitamente e inaspettatamente“, secondo quanto ha riferito il portavoce della NASA Rob Navias. Di conseguenza, la Stazione Spaziale ha perso temporaneamente quello che gli ingegneri chiamano “controllo dell’assetto”, qualcosa che avviene piuttosto raramente, ha osservato Navias.

L’equipaggio non corre alcun pericolo, non è mai stato in pericolo e il controllo dell’assetto è stato riacquistato,” ha detto Navias durante un broadcast live, tenutosi dopo che la Stazione ha ripreso la sua posizione.

stazione spaziale nauka

L’accensione non pianificata del propulsore ha causato l’inclinazione del laboratorio orbitante di circa 45 gradi rispetto al suo corretto orientamento, prima che la Stazione fosse in grado di raddrizzarsi, ha detto Navias. In tutto, secondo i funzionari della NASA, la ISS ha perso il controllo dell’assetto per un totale di circa 47 minuti.

La Stazione Spaziale ha rilevato automaticamente che i propulsori di Nauka stavano mandando di traverso il laboratorio orbitante e ha ordinato al modulo Zvezda di azionare i propri propulsori per compensare, un processo completato dal cargo russo Progress, anch’esso attraccato alla ISS.
Dopo che la Stazione ha riacquistato la sua posizione corretta, i sovrintendenti di Nauka in Russia si sono attivati per garantire che i propulsori non si accendessero di nuovo per errore, ha precisato la NASA. Quel comando è stato implementato con successo quando la Stazione Spaziale ha sorvolato le stazioni di comando in Russia.

Nauka è un modulo russo che supporterà le attività scientifiche, ospiterà l’equipaggio in visita e i veicoli da carico e fungerà da base per i cosmonauti che conducono passeggiate spaziali. Il modulo è stato lanciato il 21 luglio e ha viaggiato per 8 giorni prima di raggiungere la Stazione. Durante questo periodo, i gestori di Nauka hanno risolto diversi problemi con il modulo, tra cui alcuni con il suo sistema di propulsione.

I 7 astronauti che attualmente vivono e lavorano nel laboratorio orbitante hanno chiuso le tendine protettive sulla Stazione durante le accensioni non pianificate dei propulsori di Nauka, ma sono stati autorizzati ad aprirle secondo necessità per tentare di osservare direttamente la situazione. I funzionari della NASA in seguito hanno confermato che gli astronauti hanno visto segnali che indicavano che il modulo Nauka stava accendendo i suoi propulsori.

L’equipaggio ha riferito di aver visto alcuni detriti – alcuni, credo di aver sentito. Hanno menzionato schegge o qualcosa del genere; crediamo che provenissero dalla propulsione,” ha affermato Joel Montalbano, program manager della NASA per la ISS.
Secondo Montalbano, l’equipaggio non ha subito particolari conseguenze: “Abbiamo chiesto all’equipaggio: ‘Ehi, la Stazione Spaziale ha vibrato o qualcosa del genere?’ E la risposta è stata negativa, ‘non abbiamo visto niente del genere’“.

Al momento della perdita del controllo dell’assetto, gli astronauti avevano quasi terminato la loro giornata lavorativa, ma i compiti rimasti sono stati per lo più annullati per consentire all’equipaggio di supportare la risposta all’anomalia, ha riferito la NASA.