In Calabria la finale nazionale delle Olimpiadi di Astronomia: il Planetarium Pythagoras scelto tra le 12 sedi nazionali

Il giorno 3 luglio si è svolta la finale nazionale 2021 delle Olimpiadi Italiane di Astronomia

MeteoWeb

La finale nazionale 2021 delle Olimpiadi Italiane di Astronomia si è svolta il giorno 3 luglio. Il Comitato organizzatore, a seguito delle disposizioni governative legate all’emergenza Covid-19, non ha ritenuto opportuno convocare gli 80 finalisti nell’unica sede di Perugia, optando per la distribuzione dei candidati in 12 sedi nazionali, tra cui la nostra regione.

Gli iscritti all’edizione 2021 delle Olimpiadi sono stati ben 5142 di cui della Calabria 2565, provenienti da 198 scuole in rappresentanza di tutte le 20 regioni italiane.

Per consentire agli 80 finalisti di affrontare le prove con adeguata preparazione e serenità sono stati organizzati, dal comitato olimpico nazionale, dei corsi di preparazione. I 13 ragazzi della nostra Regione sono stati guidati dalla prof.ssa Angela Misiano, responsabile scientifico del Planetario Città metropolitana di Reggio Calabria e dai docenti dell’UNICAL Proff. Pierluigi Veltri, Francesco Malara, Riccardo Barberi, Giuseppe Nisticò e dalle Scuole di appartenenza attraverso i loro docenti tutor.

I 13 finalisti calabresi hanno svolto le prove presso il Planetarium Pythagoras Città Metropolitana di Reggio Calabria, sede Interregionale delle Olimpiadi.

I giovani si sono cimentati in una prova teorica, affrontando la risoluzione di problemi di astronomia, astrofisica e cosmologia elementare ed una pratica relativa all’analisi di dati astronomici, anche a carattere osservativo.

Le operazioni sono state presiedute dal professor Pierluigi Veltri del Dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria.

Su 15 vincitori previsti per le 3 categorie, la Calabria ottiene 9 medaglie e 3 Diplomi di Merito.

I 9 studenti vincitori della medaglia “M. Hack, nati tra il 2004 e il 2007 e provenienti tutti da scuole della Città Metropolitana di Reggio Calabria, sono:

Categoria Junior 1:

  • Artuso Vincenzo, IC “Carducci da Feltre” Reggio Calabria
  • Brandi Daniele, IC “Carducci da Feltre” Reggio Calabria
  • Emili Marco, ICS “Telesio-Montalbetti” Reggio Calabria
  • Marino Raffaello Pio, ICS “T. Campanella” Reggio Calabria

Categoria Junior 2:

  • Chiacchio Silvia, Liceo Scientifico “L. da Vinci” Reggio Calabria
  • Luppino Chiara, Liceo Scientifico “L. da Vinci” Reggio Calabria
  • Trunfio Ilenia, Liceo Scientifico “L. da Vinci” Reggio Calabria

Categoria Senior:

  • Carbone Marco, Liceo Scientifico “L. da Vinci” Reggio Calabria
  • Ravenda Martina Felicia, Liceo Classico “T. Campanella” Reggio Calabria

Agli studenti reggini sono andati, anche, tre Diplomi di Merito:

Categoria Junior 1:

  • Nucera Attilio, ICS “Nosside – Pythagoras” Reggio Calabria

Categoria Junior 2:

  • Caccamo Luigi, Liceo Scientifico Statale “M. Guerrisi” Cittanova (RC)

Categoria Senior:

  • Mandaglio Alessandra Maria Liceo Scientifico “L. da Vinci” Reggio Calabria

Una menzione speciale per Chiara Luppino per avere totalizzato il massimo del punteggio previsto per le prove pratica e teorica (80/80).

Non smentisce la tradizione, ormai ventennale, di avere dei rappresentanti nella squadra nazionale che rappresenterà l’Italia alle prossime Olimpiadi internazionali di Astronomia.

Gli studenti che formeranno la squadra italiana che rappresenterà l’Italia alle Olimpiadi Internazionali di Astronomia (IAO) 2021, sono:

  • Caggese Alessandra, Liceo Scientifico Statale “E. Fermi” Bari
  • Carbone Marco, Liceo Scientifico “L. da Vinci” Reggio Calabria
  • Luppino Chiara, Liceo Scientifico “L. da Vinci” Reggio Calabria
  • Trunfio Ilenia, Liceo Scientifico “L. da Vinci” Reggio Calabria
  • Stoppa Raffaele, Liceo Scientico “F. Ribezzo” Francavilla Fontana (BR)

Agli studenti: Marco Carbone, Chiara Luppino e Sivia Chiacchio allievi del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria e Martina Ravenda, allieva del Liceo Classico “T. Campanella”, é stata assegnata una targa speciale, quale riconoscimento per aver “conquistato” almeno tre Finali Nazionali.

Le Olimpiadi di Astronomia, sono bandite dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per la Valutazione del Sistema Nazionale d’Istruzione del MIUR ed attuate con la Società Astronomica Italiana in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica. Sono parte integrante delle attività didattiche e, per la loro gestione a livello nazionale e locale, sono affidate a docenti universitari di fisica, astronomia, chimica e scienze ed a docenti esperti di didattica disciplinare che garantiscono, dal punto di vista scientifico e didattico, la serietà della promozione ed attuazione.

La proclamazione dei vincitori è stata effettuata, in remoto, lunedì 12 luglio, mentre la premiazione, alla presenza delle autorità, si terrà a Riace, sede dello stage nazionale per la preparazione alle Olimpiadi internazionali, lunedì 26 Luglio.