Juno ci porta in volo su Giove e sulla sua luna Ganimede, il VIDEO della NASA

Il video della NASA mostra come sarebbe essere in orbita attorno a Giove e sorvolare una delle sue lune ghiacciate

MeteoWeb

Una nuova suggestiva animazione ci porta a bordo della sonda Juno della NASA durante i suoi epici sorvoli di Giove e dell’enorme luna Ganimede.

Il 7 giugno, Juno è passata a soli 1.038 km da Ganimede, la luna più grande del Sistema Solare. È stato il punto più vicino al mondo ghiacciato mai raggiunto da una sonda dal maggio 2000, quando la navicella Galileo della NASA ha effettuato un flyby a una distanza di circa 1.000 km.

In seguito, l’8 giugno, Juno ha effettuato il suo 34° sorvolo ravvicinato di Giove, sfrecciando da un polo all’altro in meno di 3 ore e arrivando a soli 3.400 km dalle nubi turbolente del pianeta gigante. A quel punto, la potente gravità di Giove ha incrementato la velocità di Juno a circa 210mila km/h rispetto al gigante gassoso, hanno spiegato i funzionari della NASA.

La sonda ha catturato foto straordinarie durante questi incontri ravvicinati, messe insieme nel nuovo video pubblicato dalla NASA.

L’animazione mostra quanto possa essere bella l’esplorazione dello Spazio profondo“, ha spiegato il principal investigator di Juno Scott Bolton, del Southwest Research Institute di San Antonio. “L’animazione è un modo per le persone di immaginare di esplorare il nostro Sistema Solare in prima persona vedendo come sarebbe essere in orbita attorno a Giove e sorvolare una delle sue lune ghiacciate,” ha aggiunto Bolton. “Oggi, mentre ci avviciniamo all’eccitante prospettiva che gli umani possano visitare lo Spazio in orbita attorno alla Terra, questo spinge la nostra immaginazione di decenni nel futuro, quando gli umani visiteranno i mondi alieni nel nostro sistema solare“.

Il team di Juno ha realizzato l’animazione time-lapse utilizzando le immagini catturate dall’imager JunoCam della sonda.
Ci sono alcuni elementi “sintetici”: ad esempio, il team ha inserito un fulmine simulato nelle nuvole di Giove, utilizzando dati reali di Juno per rendere i lampi più realistici possibili.

Juno è stata lanciata nell’agosto 2011 ed è arrivata in orbita attorno a Giove nel luglio 2016. Da allora, la sonda ha studiato la composizione del pianeta gigante, la struttura interna e i campi gravitazionali e magnetici, nel tentativo di far luce sulla formazione e l’evoluzione di Giove e del Sistema Solare in generale. Di tanto in tanto, studia anche le lune di Giove da vicino, come mostra il flyby di Ganimede.

Juno raccoglie la maggior parte dei suoi dati durante i suoi ravvicinati sorvoli di Giove, che generalmente si verificano ogni 53 giorni terrestri. L’incontro ravvicinato con Ganimede ha cambiato questa cadenza: la gravità della luna larga 5.268 km ha influito sull’orbita altamente ellittica di Juno, tanto che ora i sorvoli di Giove si verificheranno ogni 43 giorni terrestri. Il prossimo avverrà il 21 luglio.