Previsioni meteo, violenta ondata di maltempo al Nord nel weekend: rischio di allagamenti, grandine di grosse dimensioni e dissesti

Previsioni meteo: il flusso instabile dalla Spagna tornerà a puntare parte dell'Italia arrecando nuovamente fenomeni violenti su alcune aree, fino a 80 /100 mm in 24 ore. Le ultimissime, con i settori più colpiti

MeteoWeb

A tenere la scena in queste ultime ore è senz’altro il caldo torrido che, come da previsioni meteo, sta tartassando soprattutto le regioni centro-meridionali con punte massime oltre +40°C. Sempre il caldo rovente continuerà a tenere banco, anzi si intensificherà ulteriormente nei prossimi giorni e per la prossima settimana, tuttavia farà parlare senz’altro di sé anche la nuova ondata di maltempo attesa del prossimo fine settimana, in particolare sulle regioni settentrionali. Infatti, l’onda instabile atlantica persistentemente attiva sull’Europa centro settentrionale e occidentale, tornerà ad affondare verso la Penisola Iberica, incentivando un flusso di aria instabile della Spagna, Golfo del Leone, Sud Francia, verso l’Italia settentrionale.

 

In seno a queste correnti umide, le previsioni meteo annunciano  l’arrivo di un fronte temporalesco proprio nel corso del prossimo fine settimana. Il passaggio del fronte perturbato è atteso da sabato pomeriggio-sera, durante tutta la notte su domenica e ancora per gran parte del giorno festivo. Le aree più direttamente interessate saranno quelle già tartassate dal pesante maltempo dei giorni scorsi, ossia il Piemonte, soprattutto settentrionale, la Lombardia, anche in questo caso soprattutto settentrionale, ma temporali pesanti interesseranno diffusamente anche le rimanenti aree di queste due regioni, poi il Trentino Alto Adige, il Veneto e il Friuli VG. Attenzione su questi settori perché c’è rischio di temporali violenti, dissesti, allagamenti e grandinate di grosse dimensioni. Temporali forti sono attesi anche sulla Liguria, localmente su Emilia e alcuni sparsi possibili verso la Toscana, Umbria e Nord Marche. Nubi irregolari potranno spingersi, stando alle previsioni meteo, sul resto delle regioni centrali e persino verso il Sud, ma qui magari solo con cieli lattiginosi, senza fenomeni associati o qualcuno occasionale. Sulle regioni centro meridionali, per di più, insisterà il caldo rovente, ancora con punte oltre i +40°C e magari qualcuna estrema verso i +42/43°C.