Maltempo, drammatiche alluvioni in Germania e Belgio: il bilancio sale a oltre 120 morti, almeno 1300 dispersi nella regione di Ahrweiler [FOTO]

Gravi alluvioni hanno colpito Germania e Belgio: le strade si sono trasformate in fiumi che hanno spazzato via auto e case

  • Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
    Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
  • Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
    Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
  • Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
    Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
  • Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
    Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
  • Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
    Foto EPA / Sascha Steinbach / Ansa
  • Foto EPA / Friedemann Vogel / Ansa
    Foto EPA / Friedemann Vogel / Ansa
  • Foto EPA / Friedemann Vogel / Ansa
    Foto EPA / Friedemann Vogel / Ansa
  • Foto EPA / Friedemann Vogel / Ansa
    Foto EPA / Friedemann Vogel / Ansa
  • Foto EPA / Friedemann Vogel / Ansa
    Foto EPA / Friedemann Vogel / Ansa
  • Foto Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Ansa
    Foto Ansa
  • Foto Anthony Dehez / AFP / Ansa
    Foto Anthony Dehez / AFP / Ansa
  • Foto Anthony Dehez / AFP / Ansa
    Foto Anthony Dehez / AFP / Ansa
  • Foto Anthony Dehez / AFP / Ansa
    Foto Anthony Dehez / AFP / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
  • Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
    Foto EPA / Stephanie Lecocq / Ansa
/
MeteoWeb

Oltre un centinaio di persone sono morte e numerose sono disperse a causa delle gravi alluvioni che hanno colpito Germania e Belgio: le strade si sono trasformate in fiumi che hanno spazzato via le auto e causato il crollo di case.

Il maltempo ha colpito anche Lussemburgo e Paesi Bassi, dove alcuni quartieri di Maastricht sono stati evacuati.

In Belgio i morti sono saliti a 23. Oltre 20mila persone sono senza corrente elettrica. La maggior parte delle vittime è stata segnalata nella provincia di Liegi: il centro della città è stato evacuato ieri sera nel timore dello straripamento della Mosa il cui livello pare ora essersi stabilizzato. Il Paese è sotto shock per un fenomeno definito di proporzioni storiche.

Continua ad aggravarsi il bilancio in Germania occidentale: con 103 morti accertati, le autorità riportano moltissimi dispersi. Vi sono 1300 persone nella regione di Ahrweiler di cui non si hanno notizie, possibilmente a causa della sospensione delle comunicazioni dei telefoni cellulari, riporta Die Welt. Interrotte anche le forniture di energia elettrica per almeno 165mila persone.
Secondo Bild, che cita le autorità, almeno 43 persone sono morte nel Nord Reno-Westfalia e almeno 60 in Renania-Palatinato.
Temo che vedremo la piena portata di questa tragedia solo nei prossimi giorni,” ha affermato la cancelliera Angela Merkel. Il governo “non vi lascerà soli in questo momento difficile e terribile“, ha aggiunto, assicurando aiuti per i soccorsi e la ricostruzione.
Nella regione più colpita, la Renania-Palatinato, sono al lavoro 15mila persone tra militari e soccorritori, mentre gli elicotteri continuano a soccorrere i residenti bloccati sui tetti.

Vicino a Colonia, a Erftstadt-Blessem, si contano altri morti e dispersi a seguito di un’enorme frana causata dalle inondazioni. La fase di maltempo non sembra peraltro terminata e sono attese ulteriori piogge nell’ovest del Paese mentre il livello del Reno e di molti dei suoi affluenti continua a salire pericolosamente.
Temporali sporadici sono previsti anche nell’ovest della Germania, soprattutto nel Land della Renania Palatinato In Vestfalia le previsioni del Deutscher Wetterdienst riportano piogge soprattutto nella zona est del Land. Sul livello dell’acqua alta è previsto però un lieve miglioramento, stando al ministero dell’ambiente locale della Renania Palatinato.

Erftstadt-Blessem frana colonia
La frana a Erftstadt-Blessem

Forti disagi anche in Olanda: sono circa 550 le famiglie evacuate questa mattina nella sola cittadina olandese di Roermond, situata lungo la Mosa, nella provincia del Limburgo. L’acqua ha raggiunto un livello record secondo l’agenzia responsabile delle autostrade e delle installazioni fluviali Rijkswaterstaat, riporta l’agenzia Anp. Stamattina il fiume Mosa aveva raggiunto una portata di oltre 3.300 metri cubi al secondo. Un record, secondo il Rijkswaterstaat. Nelle ultime 24 ore sono stati evacuati anche due distretti di Maastricht. Circa 350 persone sono ospitate momentaneamente nei palazzetti dello sport. Secondo il sindaco Annemarie Penn, tuttavia, potranno presto tornare a casa se il maltempo concederà una tregua.