Maltempo Germania: rotto l’argine del fiume Ruhr, 700 persone evacuate

L'evacuazione dei 700 abitanti del paesino tedesco di Ophoven, dopo che una diga sul fiume Ruhr ha ceduto, è stata portata a termine: ora c'è rischio per altri comuni vicini

MeteoWeb

Mentre il maltempo si appresta a lasciare la Germania e il centro Europa per dirigersi verso Sud, i danni lasciati dall’ondata di temporali sono ingenti e continuano a creare situazione di criticità in diversi punti del paese. Nella notte sono iniziate le operazioni per l’evacuazione dei 700 abitanti del paesino tedesco di Ophoven, dopo che una diga sul fiume Ruhr, nel distretto di Heinsberg, ha dato segni di cedimento. Il comune, che si trova vicino al confine con l’Olanda, questa mattina ha diramato un comunicato in cui si precisa che la situazione rimane grave.

Non è chiaro quanto esteso sia il cedimento della diga sul fiume che dalla Germania fluisce in Olanda e in Belgio. Il sindaco di Wassenberg, Marcel Maurer, ha ipotizzato che la chiusura delle paratoie sul lato olandese della diga possa aver causato un innalzamento delle acque. Le autorità hanno avvertito i residenti dei due altri distretti della zona che potrebbero essere anche loro evacuati, come riferiscono i media locali.