Meteo, super ondata di caldo in Iraq: +50°C e diffusi blackout nel Paese

Meteo, temperature infernali in Iraq: raggiunti i +50°C, tante località oltre i +44°C. Milioni di iracheni senza energia elettrica

MeteoWeb

Super caldo con temperature infernali in Iraq. Oggi, venerdì 2 luglio, a Bassora sono stati raggiunti +50°C; +49°C a Al-fao e Chanaqin. Tante le località che hanno sperimentato dai +44°C in su. A Bassora, il governatore ha decretato quattro giorni di sospensione delle attività lavorative. Con simili temperature, l’unico modo per rinfrescarsi è affidarsi a condizionatori o ventilatori, con inevitabili conseguenze sulla fornitura di energia elettrica.

Mentre fa i conti con questo caldo estremo, infatti, il Paese deve fronteggiare anche il problema dei blackout. Milioni di iracheni hanno visto le forniture elettriche in gran parte sospese a partire dalla notte scorsa. Inoltre, a peggiorare questa situazione, la decisione dell’Iran di sospendere l’esportazione di elettricità verso l’Iraq, che ha un debito di 6 miliardi di dollari verso il Paese vicino per forniture non pagate.

Nel sud dell’Iraq, quattro province erano già rimaste senza elettricità da martedì. Manifestazioni di protesta contro le interruzioni elettriche si sono già svolte in varie province meridionali, tra cui quella di Wassit, dove cinque dimostranti e sette agenti di polizia sono rimasti feriti negli scontri.