Vaccini anti Covid, Omceo: la Regione Lazio garantisca le seconde dosi di Astrazeneca

Il presidente dell'Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, fa il punto sulla scelta della Regione Lazio di non prendere altre dosi di vaccino AstraZeneca

MeteoWeb

AstraZeneca è un buon vaccino. Se l’assessorato alla Sanità ha deciso di non prenderlo più deve garantire almeno le seconde dosi. Ritengo fondamentale che il cittadino possa averle a disposizione“. Risponde così il presidente dell’Ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, interpellato dall’agenzia Dire in merito alla scelta della Regione Lazio di non prendere altre dosi di vaccino AstraZeneca una volta terminate le scorte. La decisione è stata comunicata dall’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, al commissario straordinario per l’emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo.

Il fatto di acquisire una tipologia di vaccino rispetto ad un altro è una scelta politica– prosegue Magi- ora pare si voglia puntare a vaccinare con Johnson & Johnson, ritenuto più versatile. Ed è una scelta logica, perché con una sola dose si va a coprire più rapidamente, anche se occorre più tempo per la copertura anticorpale”. Ad ogni modo “l’importante è dare una copertura vaccinale, per evitare di trovarci nuovamente in situazioni disastrose, come sta accadendo in questo momento in altri Paesi d’Europa“, conclude.